Tutte le Notizie dal 2011
Sport  

Visite dal 01-05-2001

 

 

Sponsor di Specchia.it

 

SI E’ CONCLUSO IL PROGETTO ''IL SANGUE…UN DONO DA DONARE''

 

Dalla rubrica "Attualitá" di www.Specchia.it

 
 

SI E’ CONCLUSO IL PROGETTO ''IL SANGUE…UN DONO DA DONARE''

 
 

Realizzato in collaborazione con il locale Istituto Comprensivo ''Don Luigi Sturzo''

 
     
 

Clicca per ingrandireLa FIDAS Specchia, qualche giorno fa, ha concluso il Progetto “Il Sangue…un dono da donare”, realizzato in collaborazione con il locale Istituto Comprensivo “Don Luigi Sturzo”. L’iniziativa intendeva promuovere nella scuola l'attività che costantemente il sodalizio svolge a Specchia, cercando di sensibilizzare i più piccoli al volontariato e, soprattutto, trasmettere loro l'importanza di un gesto semplice, ma di grande amore e solidarietà. L'obiettivo secondario è stato quello di far giungere alle famiglie, tutte le informazioni sulla donazione del sangue e di creare un momento di discussione e d'incontro su un argomento di tale rilevanza.

Nell'ambito dello studio dell'apparato circolatorio, le classi coinvolte sono state la II°A e II°B, guidate dai relativi docenti di scienze, Prof. Giovanni Maggiore e Prof. Michele Iacobellis sono state informate e sensibilizzate in merito alla donazione del sangue. Il progetto ha preso avvio lo scorso 18 Novembre 2009, quando il Presidente della FIDAS Specchia, Franco De Siena, la Vice Presidente FIDAS Specchia e Consigliere provinciale FIDAS leccese, Daniela Rizzo e Tiziana Cazzato hanno incontrato gli alunni una prima volta, presentando l'associazione, sottolineando l'importanza della donazione del sangue e del concetto del dono in generale come atto d'amore verso gli altri, inoltre, i dirigenti consegnando del materiale informativo in merito alla donazione del sangue. Il 30 Marzo scorso, di concerto con il Dott. Angelo Ostuni, Responsabile del Reparto Trasfusionale dell'Ospedale "Card. G Panico" di Tricase, gli alunni delle due classi hanno assistito, presso la stessa struttura sanitaria, alla donazione del sangue, filmando, fotografando e rivolgendo domande ai medici. Nel corso dell'anno scolastico, i docenti interessati hanno incaricato i ragazzi di svolgere un sondaggio nell'ambito delle proprie famiglie, per rilevare quanti genitori sono informati sulla donazione del sangue, dell'attività svolta e dei risultati ottenuti dall'associazione e dai numerosi donatori.

Inoltre, la FIDAS Specchia ha promosso un concorso rivolto ai ragazzi delle due classi, i quali attraverso delle composizioni di italiano ed artistiche hanno evidenziato le varie tematiche della donazione del sangue. Dove il primo classificato di ogni classe ha ricevuto un premio consistente in un buono-spesa per libri, mentre a tutti gli altri è stato consegnato un attestato di partecipazione, in occasione di una piacevole serata, durante la quale gli alunni hanno presentato il lavoro svolto dalle due classi ai genitori e ai dirigenti della FIDAS Specchia. Un’iniziativa accompagnata dalle note musicali proposte dagli alunni dell'apposito indirizzo della Scuola secondaria di primo grado, guidati dal Prof. Amedeo Toma.

Dopo un'attenta valutazione di tutti gli elaborati, la commissione composta da alcuni docenti e rappresentanti del sodalizio interessato, ha premiato: Stefano Giambruno per la II° A e Giulia Stendardo per la II° B. Il primo alunno con la seguente motivazione:”Colpisce l'idea che associa l'accorata richiesta d'aiuto di una pianta che rappresenta l'uomo, alla bontà di un donatore raffigurato da un innaffiatoio che versando le gocce di sangue, attraverso le vene simbolicamente rappresentate dalla terra, porto linfa vitale all'arbusto. Stefano con il suo elaborato è riuscito con molta originalità a rendere il vero senso di un semplice gesto d'amore, dando importanza all'effettivo significato della donazione del sangue. Mentre a Giulia Stendardo per il seguente motivo: “Il lavoro è semplicemente completo. I dati della ricerca sul sangue si uniscono armonicamente alle considerazioni personali dell'alunna, che sin dall'introduzione rivela la grande sensibilità con cui ha colto l'anima e lo spirito del progetto della FIDAS e dell'importanza della donazione. Il tutto è incorniciato da una pennellata di poesia. Giulia Stendardo presenta le sue impressioni, conclusioni ed emozioni su quello che lei stessa definisce l'oro rosso, il più prezioso gioiello che possediamo.”

In occasione della consegna dei premi, il Presidente della FIDAS Specchia, Franco De Siena,ha dichiarato:”Ringrazio il Dirigente Scolastico, i docenti e gli alunni dell’Istituto Comprensivo che hanno partecipato e collaborato al nostro progetto. Offriamo la disponibilità della FIDAS a collaborare con altre iniziative analoghe che la stessa scuola ci proponga in futuro. Colgo l’occasione per ricordare a tutti che la donazione del sangue può salvare una vita umana in qualsiasi momento.” Mentre il Prof. Antonio Ferraro, Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo, ha dichiarato: “Il mondo della scuola deve aprirsi al territorio, soprattutto verso le tematiche sociali come nel caso della donazione del sangue. Sono queste le iniziative che permettono di costruire nel tempo una cultura della solidarietà e del coinvolgimento diretto, alla base di ogni scelta di impegno sociale.”

 
     
 

Fonte Notizia: FIDAS Specchia
 

Data: 30/05/2010;      Notizia Letta: 2933 volte.

 
 

 

 
     

 

Partners Specchia.it

 

 

Cerca con GOOGLE



 

Cerca nel sito www.specchia.it

Cerca nel WEB

 

Sponsor

 

 

Newsletter

Per avere le notizie piú importanti di Specchia-News,
inserisci il tuo indirizzo e-mail!


 

 

Sponsor