Tutte le Notizie dal 2011
Sport  

Visite dal 01-05-2001

 

 

Sponsor di Specchia.it

 

 

SPECCHIA: ABUSO, PROCESSO ALL'EX SINDACO ANTONIO LIA

 

Dalla rubrica "Cronaca" di www.Specchia.it

 
 

SPECCHIA: ABUSO, PROCESSO ALL'EX SINDACO ANTONIO LIA

 
 

Per una modifica ad una finestra di una casa del centro storico ...

 
     
 

Clicca per ingrandireLa modifica ad una finestra di una casa del centro storico ha fatto finire sotto processo il sindaco dimissionario di Specchia, Antonio Lia, 66 anni. Il rinvio a giudizio lo ha decretato ieri mattina il gup Ines Casciaro accogliendo così la richiesta del pubblico ministero Donatina Buffelli. Nel processo al via il 9 gennaio davanti ai giudici della prima sezione penale, il primo cittadino risponderà di abuso di ufficio: per due volte avrebbe sottratto al dirigente dell'ufficio Tecnico, Giovanni Guido, il potere di decidere sulla modifica di una finestra in una porta-finestra.

Difeso dall'avvocato Luigi Piccinni e Cesare Lia, il sindaco di Specchia risponderà di aver violato la normativa che attribuisce al dirigente la competenza in materia edilizia. E Lia lo avrebbe fatto con un provvedimento di sospensione (datato 5 dicembre del 2006) con effetto immediato del permesso di costruire rilasciato dall'ufficio in conformità agli strumenti urbanistici. Ne avrebbe beneficiato un uomo che voleva creare da una finestra una porta finestra con balcone sul prospetto della sua abitazione del centro storico, in via Gonzaga.

Lia in seguito fece un passo indietro perchè il 16 febbraio del 2007 autorizzò quei lavori ma da eseguire in base alle modifiche apportate al progetto dal tecnico di fiducia del richiedente ma all'insaputa di quest'ultimo allo scopo di trovare un compromesso con l'amministrazione comunale. Un passo indietro di Lia che comportò, comunque, una seconda violazione della normativa sulla competenza dei lavori edili.

Tutto questo nonostante il progetto originario fosse stato approvato da tre tecnici dell'ufficio e dai colleghi progettisti del piano particolareggiato del centro storico.

L'uomo che si è visto negare l'autorizzazione a realizzare la porta-finestra si è costituito parte civile con l'avvocato Anna Laura Remigi.

 
     
 

Fonte Notizia: Nuovo Quotidiano di Puglia
 

Data: 10/12/2008;      Notizia Letta: 3607 volte.

 
 

 

 
     

 

Partners Specchia.it

 

 

Cerca con GOOGLE



 

Cerca nel sito www.specchia.it

Cerca nel WEB

 

Sponsor

 

 

Newsletter

Per avere le notizie piú importanti di Specchia-News,
inserisci il tuo indirizzo e-mail!


 

 

Sponsor