Tutte le Notizie dal 2011
Sport  

Visite dal 01-05-2001

 

 

Sponsor di Specchia.it

 

REPLICA DELLA COMMEDIA ''PENSACI GIACOMINO'' DI PIRANDELLO

 

Dalla rubrica "Cultura" di www.Specchia.it

 
 

REPLICA DELLA COMMEDIA ''PENSACI GIACOMINO'' DI PIRANDELLO

 
 

Sabato 5 gennaio 2008 alle ore 20.00, presso l'auditorium comunale di Specchia (Fotogallery)

 
     
 

Clicca per ingrandireDopo il grande successo della Prima, l'Associazione culturale S. Nicola di Myra con grande soddisfazione e “a grande richiesta”, presenta una replica della commedia 'PENSACI GIACOMINO' di Luigi Pirandello.

Sabato 5 gennaio 2008 alle ore 20.00, presso l'auditorium comunale di Specchia.


La trama della commedia
Toti, settantenne professore di storia naturale presso il Ginnasio del paese, decide di prendere moglie per costringere lo Stato a pagare la pensione anche dopo la sua morte. Sceglie così la giovane figlia del bidello della scuola il quale, pur di assicurare a Lillina la pensione del professore, non disdegna di prestare il proprio consenso, nonostante l’enorme differenza d’età.

Ma "l’affare non è liscio", e dopo malintesi ed equivoci si scopre che Lillina aspetta un bambino dal giovane innamorato Giacomino Delisi. La vicenda si complica, ma il professore, oramai avulso dalle regole di una falsa ed ipocrita moralità, sposa ugualmente Lillina, si affeziona al piccolo Ninì crescendolo con l’amore di un nonno, e consente a Giacomino di frequentare la propria casa per tenere vivo l’amore dei due giovani.

E’ a causa di questo ménage à trois che tutto il paese grida allo scandalo a tal punto che i genitori di Lillina rompono i rapporti con la figlia e l’attempato genero, vivendo nel lutto più profondo anche quando il professore percepisce una cospicua eredità di cui pure Giacomino si avvantaggia ricevendo, dalla banca, un posto di lavoro. Per cancellare o nascondere la vergogna interviene la sorella bigotta di Giacomino che prima cerca di far fidanzare il fratello con un’altra brava giovane e poi chiede al proprio confessore, Don Landolina, un prete falso ed ipocrita, di intervenire sul professore per un attestato che mettesse a tacere le malelingue.

Quando le manipolazioni e l’ipocrisia dei vari personaggi sembrano prendere il sopravvento il vecchio Toti affronta, in un ultimo dialogo, Giacomino, oramai deciso ad abbandonare la sua amata donna e il suo bambino per fare un piacere alla sorella e salvare la faccia... e con la famosa frase "Pensaci, Giacomino!", il vecchio e stanco professore porta il giovane a prendere una decisione definitiva (Anna Laura Remigi – www.specchia.org).

(Alcune foto della rappresentazione avvenuta in data 16.12.2007)

 
     
 

Fonte Notizia: Santo Giangreco
 

Data: 30/12/2007;      Notizia Letta: 2634 volte.

 
 

 

 
     

 

Partners Specchia.it

 

 

Cerca con GOOGLE



 

Cerca nel sito www.specchia.it

Cerca nel WEB

 

Sponsor

 

 

Newsletter

Per avere le notizie piú importanti di Specchia-News,
inserisci il tuo indirizzo e-mail!


 

 

Sponsor