Tutte le Notizie dal 2011
Sport  

Visite dal 01-05-2001

 

 

Sponsor di Specchia.it

 

GIOVANNI D’AGATA MEMBRO DEL DIPARTIMENTO TEMATICO NAZIONALE PER LA ''TUTELA DEL CONSUMATORE''

 

Dalla rubrica "Attualitá" di www.Specchia.it

 
 

GIOVANNI D’AGATA MEMBRO DEL DIPARTIMENTO TEMATICO NAZIONALE PER LA ''TUTELA DEL CONSUMATORE''

 
 

Un riconoscimento dell’impegno personale nella costante attivitá volta alla difesa dei diritti dei consumatori

 
     
 

Clicca per ingrandireItalia dei Valori della Provincia di Lecce, in persona del Presidente Provinciale, Carlo MADARO, è lieta di comunicare la nomina del leccese Giovanni D’AGATA quale membro del Dipartimento Tematico Nazionale per la “Tutela del Consumatore” di “Italia dei Valori”, di cui fanno parte il Responsabile dott. Francesco PAGNETTI ed il dottor Luigi GATTI.

Tale investitura costituisce il riconoscimento dell’impegno personale del signor D’AGATA nella costante attività volta alla difesa dei diritti dei consumatori ed utenti anche in qualità di collaboratore volontario dello “Sportello dei Diritti” della Provincia di Lecce.
Il signor D’AGATA (dagatagiovanni@virgilio.it - cell. 388/9411240) è a disposizione di chiunque - militante, iscritto, simpatizzante, cittadino - voglia rivolgersi per suggerire temi da trattare, inviare documenti, relazioni, proposte e problematiche.
Di seguito, si riportano i compiti e le attività affidate ai Dipartimenti Tematici di “Italia dei Valori”

Dipartimenti Tematici Nazionali

I Dipartimenti Tematici Nazionali costituiscono nel loro insieme il “laboratorio politico” di Italia dei Valori. Come tale essi sono lo strumento attraverso il quale la struttura “politica” del partito viene messa in grado:

1. di predisporre la piattaforma programmatica con la quale presentare agli elettori il progetto di società che si vorrebbe vedere realizzata e verso la quale tenderanno le azioni intraprese e da intraprendere;

2. di confrontarsi con le altre forze politiche, sia di maggioranza che di opposizione, su singoli temi rilevanti di politica economica, sociale o istituzionale;

3. di reagire con rapidità e immediatezza alle singole problematiche che quotidianamente vengono alla ribalta nella vita pubblica per effetto delle azioni del governo nazionale, di quello dell’Unione Europea o di fatti internazionali di particolare significatività;

4. di conoscere in anticipo determinati scenari futuri sui quali costruire azioni tattiche nei confronti delle altre forze politiche in modo da acquisire posizioni di vantaggio rispetto ad esse nei riguardi degli elettori.

Per tali motivi i Dipartimenti Tematici Nazionali sono una organismo tecnico (di staff) che non determina la linea politica del movimento che sarà invece definita dagli organismi competenti (Congresso Nazionale, Direzione Nazionale, Esecutivo Nazionale, Ufficio di Presidenza e Presidente) a supporto dei quali i Dipartimenti operano, formulando documenti, pareri e proposte.
Per raggiungere i loro scopi i Dipartimenti Tematici Nazionali sono una struttura aperta verso l’esterno, alla quale chiunque (militanti, iscritti, simpatizzanti) possono rivolgersi per suggerire temi da trattare, inviare documenti, relazioni e proposte. Ma sono al tempo stesso una struttura aperta verso l’interno, nel senso che non vanno intesi come circoli chiusi, ma organismi aperti a chiunque abbia, per storia personale e competenze comunque acquisite, le caratteristiche per farne parte può aspirare a partecipare.

L'attivita' dei Dipartimenti Tematici e' diretta da un Coordinatore nazionale al quale spettano i seguenti compiti:
• sovrintende a tutta l’organizzazione dei Dipartimenti e porta la responsabilità del raggiungimento degli scopi degli stessi;
• si occupa della selezione e della scelta dei componenti dei singoli dipartimenti, sulla base di criteri di qualità e di operatività ed in base ai medesimi criteri li sostituisce;
• stimola l’attività dei dipartimenti proponendo temi da trattare, documenti da predisporre, eventi da realizzare;
• partecipa all’Esecutivo Nazionale, svolgendo così la necessaria funzione di raccordo tra gli organismi tecnici e quelli politici;
• partecipa, in qualità di esperto, affiancato, in relazione al tema specifico, dal Responsabile Nazionale dei vari Dipartimenti Tematici ad attività di trattativa e confronto (sotto forma di gruppi di lavoro, convegni, e così via) con le altre forze politiche;
• raccorda, attraverso i Responsabili Regionali delle Aree Tematiche, le attività in sede locale con quelle nazionali.
Il Coordinatore svolgerà i suoi compiti coadiuvato da un Ufficio di Coordinamento dei Dipartimenti Tematici, costituito da tutti i parlamentari che saranno direttamente coinvolti nella struttura, e che avranno delega a svolgere i compiti del Coordinatore nell’area dipartimentale ad essi assegnata.

 
     
 

Fonte Notizia: Carlo MADARO
 

Data: 10/04/2007;      Notizia Letta: 1124 volte.

 
 

 

 
     

 

Partners Specchia.it

 

 

Cerca con GOOGLE



 

Cerca nel sito www.specchia.it

Cerca nel WEB

 

Sponsor

 

 

Newsletter

Per avere le notizie piú importanti di Specchia-News,
inserisci il tuo indirizzo e-mail!


 

 

Sponsor