Tutte le Notizie dal 2011
Sport  

Visite dal 01-05-2001

 

 

Sponsor di Specchia.it

 

AGORA’ CANTI ANTICHI

 

Dalla rubrica "Cultura" di www.Specchia.it

 
 

AGORA’ CANTI ANTICHI

 
 

IL 24 luglio 2006 a Specchia in piazza A.Moro

 
     
 

Clicca per ingrandireE’ già pronto il nuovo cd del gruppo Specchiese di canti popolari “Agora’ Canti Antichi” prodotto presso Planet Music Studio di Supersano (LE).
A due anni dalla pubblicazione del precedente, che ha riscosso un discreto successo, arriva un altro cd dal titolo “Canti de' na fiata" contenente 15 brani molto belli e destinato anche questo ad avere il consenso del pubblico.

Il cd è dedicato a Gennaro Filippelli (nella foto), chitarra di accompagnamento del gruppo Agorà, che è venuto a mancare qualche tempo fa.

Attualmente il gruppo è composto da:
Filippo Rizzo (Fisarmonica e Tamburello), Saverio Fonseca (Controvoce, Armonica a bocca, Cupa-Cupa e Tamburello), Carlo De Pascalis (Tamburello e Nacchere), Gino Rizzo (Cantante solista e suonatore di tamburello), Maria Rimini (Voce solista e corista - Nacchere e ballerina di Pizzica), Claudia Rizzo (Voce solista e corista - esperta di Canti in lingua grecanica e ballerina di Pizzica), Sergio Pizza (Tamburello), Edoardo Baglivo (Chitarra solista - Voce e controvoce).

Dice Saverio Fonseca che è anche il direttore artistico del gruppo:
“ … AI giorno d oggi tutto. o quasi, viene dimenticato con estrema facilità.
Ricordo, invece, i tempi in cui il silenzio e il rumore scandivano, insieme con la luce e il buio, ritmi quotidiani dei nostri nonni.
Era l'epoca in cui i nostri paesi non conoscevano ancora, e per fortuna, le conseguenze dell'inquinamento, "padrone” incontrastato dell'era del progresso.
Credo si sia perso quel "senso del silenzio" che caratterizzava i vicoli bui dei nostri paesi.
Solo il canto del gallo echeggiava alle prime luci dell'alba... per qualcuno rappresentava il segnale del risveglio ma soprattutto quello del lavoro, inevitabile e faticoso, che riprendeva il suo corso.
E per le strade cominciavano a sentirsi le voci limpide degli straccivendoli, degli ombrellai, dei "mula forbici", dei "cconza limbi" o degli "mpaia segge"...
E poi a seguire prendevano vita le "puteche" degli artigiani...
Ma la figura dominante era comunque quella dei contadino; II suo era senza dubbio il lavoro più duro, dall'alba al tramonto il "lavorare la terra" quasi a mani nude lo sfiancava, ma solo fisicamente. Moralmente il contadino era forse quello più contento perché la durezza delle giornate era mitigata dai canti, magari improvvisati, che si levavano dai campi.
Tutto ciò rendeva il tutto una festa.
Noi Agorà prendiamo spunto da quei ricordi e dalla nostalgia per quelle scene di vita rurale per tramandare ai più giovani i valori e le virtù dei tempi passati.
Nelle nostre canzoni riemergono forti i sentimenti delle generazioni che ci hanno preceduto. I "Canti de na fiata” vogliono tenere vivo il ricordo dei tempi che furono...”

Il gruppo AGORA' Canti Antichi presenterà il nuovo cd ai cittadini Specchiesi il giorno 24 luglio 2006 in piazza Aldo Moro. L’inizio dello spettacolo è previsto per le ore 21,30

Ulteriori informazioni sul gruppo si possono trovare sul sito www.agoracantiantichi.net.

 
     
 

Fonte Notizia: Pasquale Guerra
 

Data: 20/07/2006;      Notizia Letta: 3805 volte.

 
 

 

 
     

 

Partners Specchia.it

 

 

Cerca con GOOGLE



 

Cerca nel sito www.specchia.it

Cerca nel WEB

 

Sponsor

 

 

Newsletter

Per avere le notizie piú importanti di Specchia-News,
inserisci il tuo indirizzo e-mail!


 

 

Sponsor