Tutte le Notizie dal 2011
Sport  

Visite dal 01-05-2001

 

 

Sponsor di Specchia.it

 

UN IMPONENTE FOLLA HA DECRETATO IL GRANDE SUCCESSO DEL CONCERTO DEL 18 AGOSTO A TORREPADULI

 

Dalla rubrica "Attualitá" di www.Specchia.it

 
 

UN IMPONENTE FOLLA HA DECRETATO IL GRANDE SUCCESSO DEL CONCERTO DEL 18 AGOSTO A TORREPADULI

 
 

Cultura, potenza dei tamburelli ed emozione delle voci, ecco il Concertone della Notte di San Rocco

 
     
 

Clicca per ingrandireMigliaia di persone hanno affollato la piazza di Torrepaduli per il grande concerto organizzato dalla fondazione di San Rocco, che ha chiuso i giorni dei festeggiamenti dedicati al santo, evento clou dell'estate salentina. Sul palco Michele Placido, Eugenio Bennato e Beppe Fiorello e tanti altri

Si è ripetuto, come ogni anno il magico rito della notte di san rocco, in una Torrepaduli gremita. Pizzica e tradizione, musica e devozione, uniti nel rito collettivo della festa popolare, che unisce i cuori, che fa ballare insieme, che sfida il caos, il caldo, la folla enorme. È un ritrovarsi insieme uniti dal ritmo scandito da tamburelli e fisarmoniche, da canti e stornelli, mentre le movenze dell’antica danza dei coltelli affascinano ancora e catalizzano gli sguardi .

Una danza maschile che simula il combattimento, a mani nude, con le dita protese, che sostituisce il corteggiamento della pizzica a quello della sfida e del duello. Una danza che a Torrepaduli, nei giorni dei festeggiamenti dedicati a san rocco trova la sua massima espressione. I gesti sono codificati , noti solo agli adepti, niente è lasciato al caso, anche se la musica guida l’improvvisazione e il ritmo , ripetitivo e quasi ossessivo dei tamburelli. Uno spettacolo mozzafiato che unisce storia, e tradizione, leggenda, sacro e profano.

E mentre le ronde si fanno spazio nella piazza, sul palco insieme alla direttrice artistica Rosaria Ricchiuto, Valerio Merola e Attilio Romita, gli attesissimi ospiti: l’attore e regista Michele Placido, il regista salentino Edoardo Winspeare. Beppe Fiorello con il suo omaggio a Domenico Modugno, Eugenio Bennato con il suo concerto “balla la nuova Italia”

Sul palco un susseguirsi di gruppi della tradizione: Antonio Castrignanò, Canzoniere Grecanico Salentino, Rocco De Santis, I Mariglia Pizzica, Tamburellisti di Torrepaduli, i Mariglia Pizzica Salentina, Ruggero Inchingolo, I Malia, Rachele Andrioli e Rocco Nigro e tantissimi altri ancora, in una notte dalle suggestioni uniche.

Ancora una volta Rosaria Ricchiuto che cura la Direzione Artistica del Concertone ha deciso di muoverci in controtendenza e di non seguire l’onda del marketing musicale, vedendo nel ritorno al passato, alle origini della cultura popolare, la vera anima dell’evento, guardando indietro, per omaggiare chi ha saputo fare meglio di noi nel passato: gli eternamente nati, i morti che ci fanno rivivere: con questa filosofia sul palco del Concertone sono stati celebrati Carmelo Bene, Rina Durante, Antonio Verri ed altri illustri salentini.

Non a caso il concerto è iniziato con una memoria di Carmelo Bene proseguendo nel ricordare i poeti e scrittori salentini Rina Durante, Antonio Verri.

La fondazione Notte di San Rocco di Torrepaduli che organizza l’evento sotto la attenta ed esperta guida del Direttore Generale Cesare Vernaleone, che è anche produttore e regista dell’evento televisivo, si prefigge di tutelare l'identità culturale di un bacino territoriale che ritrova nella storia centenaria del culto e della tradizione di San Rocco di Torrepaduli, con particolare riferimento alla “danza delle spade” o “danza dei coltelli”, una espressione qualificante della propria cultura.

Obiettivo principale, ma non esclusivo, della Fondazione è salvaguardare lo studio e la valorizzazione del patrimonio delle tradizioni popolari del territorio e dunque riproporre la caratteristica “pizzica scherma”, anche nota come “danza delle spade” o, meglio, più specificatamente, “danza dei coltelli”, con le modalità espressive presenti nella notte del quindici agosto nel Largo antistante la Chiesa-Santuario di San Rocco di Torrepaduli per rilanciare la NOTTE DI San ROCCO del 15 Agosto anche grazie al successivo evento mediatico del CONCERTONE del 18 Agosto.

Quest’anno, assieme al manifesto “ARTISTI PER GLI ULIVI”, la “Fondazione” ha un secondo obiettivo, non meno importante: la TUTELA DEI NOSTRI ULIVI che rappresentano un pezzo importante del paesaggio, della identità e dell’anima del Salento.

 
     
 

Fonte Notizia: Cesare Vernaleone
 

Data: 22/08/2015;      Notizia Letta: 1124 volte.

 
 

 

 
     

 

Partners Specchia.it

 

 

Cerca con GOOGLE



 

Cerca nel sito www.specchia.it

Cerca nel WEB

 

Sponsor

 

 

Newsletter

Per avere le notizie piú importanti di Specchia-News,
inserisci il tuo indirizzo e-mail!


 

 

Sponsor