Tutte le Notizie dal 2011
Sport  

Visite dal 01-05-2001

 

 

Sponsor di Specchia.it

 

 

LA PITTRICE SPECCHIESE LAURA PETRACCA PRESENTE A LECCE ALL’EVENTO

 

Dalla rubrica "Cultura" di www.Specchia.it

 
 

LA PITTRICE SPECCHIESE LAURA PETRACCA PRESENTE A LECCE ALL’EVENTO

 
 

“NOSTALGIA DEL SUBLIME il futuro alle spalle” nel percorso di “Marzo D’autrice”

 
     
 

Clicca per ingrandireIn occasione della Rassegna culturale “Marzo D’autrice”, gli incontri letterari della Consigliera Provinciale di Parità Alessia Ferreri che si svolge in tre appuntamenti domenicali che hanno preso l’avvio domenica 9 marzo 2014, e che proseguiranno domenica 16 e domenica 23, nello storico Teatrino Palmieri di P.tta Carducci di Lecce alle ore 18:00, è stata allestita, per l’intero periodo, la mostra in collettiva delle opere di 4 Artiste salentine che hanno fatto dell’arte un percorso della loro vita.
In mostra le opere di: DONATELLA Nicolardi, mosaicista e le pittrici GRAZIA MARIA Peluso, LAURA Petracca, TATHIANA Shake Welling.


Breve commento di Pompea Vergaro- critico e curatore della mostra

“Il tema della collettiva “NOSTALGIA DEL SUBLIME il futuro alle spalle” intende sottolineare che noi oggi siamo quello che siamo grazie alle nostre antenate!
È noto, in realtà che oggi tutte le donne impegnate nel mondo della creatività sono il risultato di percorsi che giungono da lontano, da strade non lineari, anzi tortuose e gravide di difficoltà e sofferenze.
Solo alla fine dell’Ottocento cominciano a venire allo scoperto anche se ancora si possono contare sulle dita di una mano.
In molti casi ci si rende conto che l'attività e le vicende biografiche di molte donne artiste che emergono si intrecciano fin troppo strettamente con quelle di uomini artisti, accompagnandoli nella loro vita. Sono compagne, mogli, amiche o muse ispiratrici di grandi maestri e che si sono rivelate pittrici, scultrici, scrittrici, fotografe, musiciste straordinarie!
Anche se tra queste ve ne furono alcune che sfidarono qualunque difficoltà, furono meteore fuori dal coro: si ricorda l’Art Déco di Tamara de Leempicka, una artista affascinante e seduttiva e Frida Kahlo, di entrambe sconcertano non solo con le opere, ma anche le loro biografie.
Intanto oggi alle porte del nuovo millennio la creatività al femminile trova un suo posto dignitoso, ed ecco le quattro artiste che offrono il loro contributo al mondo dell’arte, nonostante ognuna di loro sia impegnata nel mondo del lavoro.
Il percorso espositivo si propone con 8 opere selezionate e che si armonizzano nel Teatrino Palmieri, un ambiente storico e architettonico di grande pregio.
Sono figure femminile e paesaggi, olii, acrilici, mosaici, tele, ogni opera un percorso personale alla ricerca del sublime!
La mosaicista DONATELLA Nicolardi presenta le opere: “Indipendenza” e Scoperta”
“Indipendenza e solitudine, ma soprattutto indipendenza,… sempre. Capacità e Forza di staccarsi dalle consuetudini, dai modi di vedere e percepire la vita dei più e…. vivere.
La conchiglia in queste opere sono un connotato peculiare: simbolo dell’eternità e del mistero e qui … tassello su tassello l’artista danza su ritmi vivaci colmi di sentimento! Nel frattempo il tempo perde ogni forma e ogni misura.
Donatella Nicolardi vive e lavora a Lecce, nell’impresa di restauro e di edilizia della sua famiglia di cui è amministratrice. Si laurea in Beni Culturali.
Si dedica al Restauro del Mosaico ed esegue il recupero del mosaico della Cattedrale di Taranto per conto dell’impresa Pouchain di Roma. Esegue il restauro dello stemma della Lupa situato in piazza Sant’Oronzo a Lecce.


La pittrice GRAZIA MARIA Peluso presenta le opere: “Originarie nostalgie” e “Sui passi del ritorno”, olio su tela
Abilmente le pennellate e la tela trovano equilibri inaspettati tra il figurativo e il paesaggio, i quali conferiscono morbidezza e sensualità alla figura femminile, la cui lontananza è solo un ricordo! il paesaggio muliebre porta con sé i passi di percorsi colmi di nostalgia mentre i passi si addentrano fiduciosi lungo il viale!
L’artista Grazia Maria Peluso nasce a Leverano, (Le), dove vive e opera nel suo laboratorio d’arte. Diplomata nel 1983 presso l’Istituto Magistrale statale di Galatina.
L’arte è nata insieme a lei e fin da piccola ha sempre giocato con i colori preferendoli ai giocattoli. Nel corso degli anni non ha mai abbandonato questa passione per questo è approdata alla pittura come conseguenza naturale, da autodidatta. Suo maestro l’artista salentino Nino Baldassarre.

Laura Petracca presenta le opere: “Dolce Risveglio” e “Fili d’erba tra i fiori”, acrilici su tela.
L’artista interessata alla qualità fisica del colore è consapevole dell’infinità e della potenza irresistibile della natura. Laura dipinge, da sempre, opere prorompenti e vibranti, in spazi e tempi cromatici delicati dai tratteggi decisi, come lo è lei stessa e la sua terra. Su queste tele il tempo catturato del qui e ora, nel suo eterno ripetersi, ha dimenticato i suoi battiti
Laura Petracca è nata a Specchia (Le) dove vive e opera. Diplomatasi all’Accademia delle Belle Arti di Lecce, attualmente insegna disegno e storia della moda e del costume all’I.I.S.S. di Tricase (Le). Ha partecipato ad un significativo numero di mostre collettive e personali, sin dagli anni ’90, ottenendo importanti premi e riconoscimenti. Hanno scritto di lei noti critichi. Le sue opere sono presenti in molti cataloghi e riviste d’arte a carattere nazionale.

TATHIANA Sciacovelli in arte TATHIANA Shake Welling presenta le opere: “E Penso a te” e “Alter ego”, acrilici su tela
La figura femminile si pone di fronte allo spettatore con naturalezza come se non fosse sfiorata dal suo sguardo. Ella non si cura della sua presenza, è coinvolta e catturata dalla sua interiorità e il suo sguardo è chiuso verso se stessa. E noi posiamo lo sguardo su un incarnato sensuale e pudico nello stesso tempo! Perché, le opere colme di sensualità, posseggono una profonda innocenza!

TATHIANA Shake Welling vive a Galatina, cultrice della parola e della forma, la sua arte è un viaggio culturale ed antropologico in una terra ricca di cieli e di campi verdeggianti con i suoi misteri e le sue tradizioni ed i suoi balli. Ella scava in profondità nonostante la sua tela vibri di spensieratezza in modulazioni frenetiche e sensuali. Tante le mostre e i successi!

La luce è la vera metafora della visione emotiva delle opere d’arte delle 4 artiste che condividono tra arte e quotidianità le atmosfere della terra salentina”

 
     
 

Fonte Notizia: Corriere Salentino
 

Data: 13/03/2014;      Notizia Letta: 1749 volte.

 
 

 

 
     

 

Partners Specchia.it

 

 

Cerca con GOOGLE



 

Cerca nel sito www.specchia.it

Cerca nel WEB

 

Sponsor

 

 

Newsletter

Per avere le notizie piú importanti di Specchia-News,
inserisci il tuo indirizzo e-mail!


 

 

Sponsor