Tutte le Notizie dal 2011
Sport  

Visite dal 01-05-2001

 

 

Sponsor di Specchia.it

 

LUMINARIA ESSAY - MOSTRA PERSONALE DI FLAVIO FAVELLI

 

Dalla rubrica "Cultura" di www.Specchia.it

 
 

LUMINARIA ESSAY - MOSTRA PERSONALE DI FLAVIO FAVELLI

 
 

Presso l’ex Convento dei Frati Francescani Neri e Palazzo Risolo a Specchia (Lecce)

 
     
 

Clicca per ingrandireInaugurazione: venerdì 13 luglio 2012, ore 19

Durata: dal 14 luglio al 27 agosto 2012
Orari: da martedì a domenica 18-21; chiuso il lunedì e il 15 agosto;

Ingresso libero

Luogo: Specchia (Lecce)

Sede:
Ex Convento dei Frati Francescani Neri, via Nicola Santoro
Palazzo Risolo, Piazza del Popolo

A cura di: Art at Work
Organizzazione e coordinamento: Marina Forni-Associazione Culturale Cactus, Lecce
Segreteria: Daniela Tozzi coordinamento.mostrafavelli@gmail.com; 333 5463796
Ufficio stampa: Grazia Perrone sostalibraria@libero.it; 328 8760667
Conferenza stampa: venerdì 13 luglio ore 11:30
Lecce, sala stampa di Palazzo Adorno, via Umberto I
Con il Patrocinio di:
Regione Puglia
Provincia di Lecce
Comune di Specchia
Venerdì 13 luglio alle ore 19 presso Palazzo Risolo e successivamente presso lʼEx Convento dei Frati Francescani Neri di Specchia (Lecce) si inaugurerà la mostra di Flavio Favelli, intitolata
Luminaria Essay.
La mostra è promossa e organizzata dallʼAssociazione Culturale Cactus, dal Comune di Specchia con la collaborazione di Lia De Venere e con il sostegno della Provincia di Lecce e della Regione Puglia ed è curata da Art At Work.
Il progetto Luminaria Essay (Saggio sulle luminarie) ha come tema le luminarie, il decoro tipico delle feste patronali pugliesi, che diventa nelle mani di Favelli una materia prima aperta a molteplici manipolazioni e trasformazioni, che non solo attivano la struttura formale di questi oggetti, ma ne trasformano completamente il significato. Come spesso nel suo lavoro, Flavio Favelli dimostra una spiccata capacità di estrapolare dal vissuto personale e dalla storia collettiva sollecitazioni in grado di innescare un processo di riflessione sul ruolo sociale dellʼartista contemporaneo. Le sue sculture nate da materiali di scarto sottolineano lʼimportanza della comprensione del passato per arrivare ad una adeguata lettura del presente e ci offrono la possibilità dʼimmaginare in maniera creativa il futuro.
A Specchia le opere dellʼartista entrano in un dialogo costruttivo con lʼaustera e magniloquente architettura dellʼex Convento dei Frati Francescani Neri valorizzandone i dettagli e la fisicità e trasformandosi in delle presenze fantastiche e suggestive. Unʼinstallazione sarà collocata in una sala al pianterreno di Palazzo Risolo.
Così scrive del progetto Flavio Favelli:
Ho sempre concentrato il mio lavoro su oggetti e materiali pre-esistenti che ricostruisco e ridefinisco in forme nuove, dal vetro di Murano, alle cancellate alle ringhiere di ferro battuto, dai pavimenti in graniglia fino a mobili e arredi trovati nei mercatini dellʼusato.
Le luminarie con la loro struttura in legno dipinta di bianco e i disegni delle lampadine mi hanno sempre affascinato sia formalmente che per lʼampio immaginario che evoca il loro utilizzo.
Il mio intento è stato quello di costruire, attraverso un laboratorio pratico con giovani studenti e giovani artisti, un'intera mostra su questo materiale, una mostra finalizzata a sviluppare nuove possibilità di forme e significato. Ho utilizzato quindi la struttura delle vecchie luminarie come materiale per nuove opere. Ho infatti prelevato luminarie dismesse da varie ditte del Salento coinvolgendole in modo attivo nel mio progetto e creando una mostra diffusa site-specific secondo un approccio di ricerca incentrato sulla mia personale lettura del territorio e del paesaggio.
La mostra sarà accompagnata da un catalogo, edito da Nero, che documenterà tutte le fasi salienti del progetto e che riunirà i testi di Luigi Ficacci, Soprintendente per i Beni Storico, Artistici e Demoetnoantropologici per le Province di Bologna, Ferrara, Forlì, Ravenna e Rimini, di Lia De Venere, critico dʼarte e curatore, docente di Storia dellʼarte contemporanea dellʼAccademia di Belle Arti di Bari e di Ilaria Bonacossa, Art at Work, e curatrice del Museo dʼArte Contemporanea di Villa Croce, Genova.
Alla realizzazione dellʼiniziativa hanno contribuito il Comune di Specchia e in qualità di main sponsor WP Lavori in corso e la Masseria Torre Coccaro di Savelletri di Fasano (Brindisi) e come sponsor tecnici lʼhotel Borgo Cardigliano di Specchia, la Locanda Fiore di Zagara di Diso (Lecce), le Cantine Castel di Salve di Depressa (Lecce), Martinucci Maestri Pasticceri dal 1950 di Specchia.
Un particolare ringraziamento va allʼOn. Antonio Lia per aver concesso gli spazi di Palazzo Risolo e a Illumina di Micolani Rocco Antonio di Giurdignano (Le).

 
     
 

Fonte Notizia: Grazia Perrone
 

Data: 10/07/2012;      Notizia Letta: 1690 volte.

 
 

 

 
     

 

Partners Specchia.it

 

 

Cerca con GOOGLE



 

Cerca nel sito www.specchia.it

Cerca nel WEB

 

Sponsor

 

 

Newsletter

Per avere le notizie piú importanti di Specchia-News,
inserisci il tuo indirizzo e-mail!


 

 

Sponsor