Tutte le Notizie dal 2011
Sport  

Visite dal 01-05-2001

 

 

Sponsor di Specchia.it

 

ASSOCIAZIONE SOCIOPOLITICO CULTURALE BELLOVERAMENTE SPECCHIA

 

Dalla rubrica "Attualitá" di www.Specchia.it

 
 

ASSOCIAZIONE SOCIOPOLITICO CULTURALE BELLOVERAMENTE SPECCHIA

 
 

Lettera aperta al presidente della provincia

 
     
 

Clicca per ingrandireLa nostra lettera e’ dettata dall’esigenza nata dal fatto che in paese, da due mesi, una societa’ incaricata dalla provincia sta effettuando controlli a tappeto sugli impianti termici nelle case dei cittadini!

Per ora non discutiamo la “qualità“ dei controlli, approssimativi e del tutto inutili a nostro parere, ma vogliamo soffermarci sul modo di operare della societa’ incaricata!

A leggere bene una nota del ministro dell’epoca riguardo il dpr 412/93 e successive modifiche, e’ evidente che lo scopo primario dei controlli era la sensibilizzazione dei cittadini al rispetto dell’ambiente (abbassare le emissioni di co ppm) e garantire la sicurezza degli impianti stessi.

Sottolineava la nota che lo scopo del dpr non doveva essere mirato a “far cassa”!

Le riportiamo alcune vicende alquanto strane che, a nostro parere, nulla hanno a che vedere con le finalita’ primarie di tale decreto.

1) la societa’ incaricata lascia nella buca delle lettere l’avviso di controllo senza che questo sia notificato alla persona proprietario dell’impianto, lo stesso avviso e’ spesso “generico”, viene riportato il giorno ma non viene indicata l’ora e i tempi necessari ad effettuare i controlli previsti!

2) se il primo avviso non va a buon fine la societa’, utilizzando lo stesso sistema ” approssimativo” posticipa la data del controllo.

Le chiediamo signor presidente:

E’ “leggittima” questa procedura?
Cosa’ succedera’ al cittadino che per i motivi piu’ svariati (ad esempio, l’avviso lasciato nella buca della posta va smarrito) non potra’ rispettare la data del controllo?
E ancora la chiediamo…… il cittadino che abbia effettuato il versamento di 16 euro nei tempi previsti per fare l’autodichiarazione e che abbia pure effettuato il controllo tecnico con allegato il modello “ c” o “h”, ma impossibilitato a consegnare il tutto agli uffici preposti, può essere sanzionato con la somma di euro 69?
A suo parere signor presidente, possono bastare le sanzioni di euro 69 o euro 85 per abbassare il livello di inquinamento dell’ambiente?
Non sarebbe più semplice se la provincia, alla data dell’auto dichiarazione spedisse una lettera al cittadino con il modulo del versamento precompilato, e l’iter terminasse semplicemente con dei controlli-campione del 5% come previsto dal dpr 412/93?,e che i controlli a tappeto si effettuino su tutti i cittadini che non hanno versato la somma da voi stabilita?

Gentilissimo presidente, anche questi atteggiamenti provocano una frattura tra la gente e le istituzioni, noi crediamo che i cittadini non devono essere presi in considerazione solo 40 giorni prima delle elezioni, ma il vostro ruolo dovrebbe essere quello di rendere la vita delle persone più semplice!

Fiduciosi della vostra attenzione al problema, porgiamo distinti saluti!

 
     
 

Fonte Notizia: Associazione sociopolitico culturale Belloveramente
 

Data: 10/03/2012;      Notizia Letta: 3051 volte.

 
 

 

 
     

 

Partners Specchia.it

 

 

Cerca con GOOGLE



 

Cerca nel sito www.specchia.it

Cerca nel WEB

 

Sponsor

 

 

Newsletter

Per avere le notizie piú importanti di Specchia-News,
inserisci il tuo indirizzo e-mail!


 

 

Sponsor