Tutte le Notizie dal 2011
Sport  

Visite dal 01-05-2001

 

 

Sponsor di Specchia.it

 

SPECCHIA

 

Dalla rubrica "Cultura" di www.Specchia.it

 
 

SPECCHIA

 
 

Poesie di Pino Annesi e Paesaggi di Luigi De Giovanni

 
     
 

Clicca per ingrandire







IL MIO PAESE

QUAL FIGLIO ADOTTATO E FELICE
NON MI SENTO PER NIENTE A DISAGIO
SE QUI HO PIANTATO RADICE
LA TUA STORIA PER ME E’ CONTAGIO

VEDETTA TRA LE VEDETTE
ALTA FIERA AUSTERA E CARA
SOVRASTATA DALLE SERRE BENEDETTE
QUI TI VOLLE LUCREZIA AMENDOLARA

SPECCHIULLA ANTICO BORGO
SOVRASTATO DAL CASTELLO
SE LO SGUARDO ORA VOLGO
VEDO UN BEL PAESELLO

IL CASTELLO SE PUR GRANDIOSO
NELLA SUA SEMPLICITA’
NON E’ POI TANTO ODIOSO
E’ BEN VOLUTO DALLA CITTA’

IL TRIONE DA TUTTI AMATO
MOLTE INTEMPERIE HA SUPERATO
ORA APPARE SOLO SFOCATO
VA SOLTANTO RISTRUTTURATO

PER UNA GUERRA CON ALESSANO
RIMANESTI SENZA GENTE
GLI STRANIERI A DARTI UNA MANO
RISORGESTI FIERAMENTE

L’ISTITUTO DEI DOMENICANI
ARDENTE FIACCOLA DEL CUORE
FORGI0’ GIOVANI PAESANI
CHE SEPPERO FARSI ONORE

SE PENSIAMO AI BALSAMO AL RISOLO AL CALELLA
CHE DIFFONDENDO CULTURA ANDARONO
TANTO ONORE TI FECERO IN TERRA
ALTO IL TU NOME ESSI PORTARONO

SPECCHIA SEI BELLA
DOLCEMENTE ADAGIATA
AI PIEDI DELLA SERRA
DA CRISTO VEGLIATA


Pino ANNESI



Opera di Luigi De Giovanni

Opera di Luigi De Giovanni


MADONNA DEL PASSO

SCENDE DIRITTA VERSO IL CIMITERO
DALL’ASSUNTA OLTRE SANTA CROCE
UNA STRADA CHE NON E’ UN SENTIERO
MA CHE A VOLTE PERCORRERLA E’ ATROCE

CHI LA PERCORRE SOLO PER ANDARE
ACCOMPAGNATO ALL’ULTIMA DIMORA
I CONTI CON DIO DEVE FARE
DI COME HA VISSUTO SINO AD ALLORA

VIA MADONNA DEL PASSO
DIRITTA E NON TORTUOSA
SCENDENDO VERSO IL BASSO
A VOLTE E’ ANCHE GIOIOSA

IN FONDO SI INTRAVEDE
GUARDANDO VERSO IL BASSO
ALTA E CHIARA LA STELE
DELLA MADONNA DEL PASSO

OH MADONNINA AMATA
CHE SEMPRE SEI INDULGENTE
SPECCHIA LI TI HA ISSATA
A SUFFRAGIO DELLA SUA GENTE

L’ESTATE A TERMINARE
E SPECCHIA TUTTA INTERA
PER POTERTI RINGRAZIARE
TI DEDICA FESTA E FIERA

Pino ANNESI



Opera di Luigi De Giovanni

Opera di Luigi De Giovanni


IL PORTALE DEL CASTELLO RISOLO

IL BELLISSIMO PORTALE
ABBRACCIANDO LO STEMMA
AL CENTRO DELLA FACCIATA PRINCIPALE
NON E’ UN DILEMMA

COSTRUITO IN PIETRE AGGETTANTI
INCORNICIANDO IL PORTONE
TRASCURATO DAI PASSANTI
FA UN BEL FIGURONE

IL PUNTO IN CUI IL BUGNATO
S’INCURVA A CORONAMENTO
IL FREGIO OVULATO
SOSTIENE DELLE STATUE IL BASAMENTO

A SINISTRA COL CARTIGLIO IN MANO
QUANDO LA GENTE NON AVEVA PANE
FU POSATA LI PIAN PIANO
LA MARCHESA MARGHERITA TRANE

A DESTRA FACCIAPECORO
DESIDERIO PRINCIPE UMILISSIMO
CHE PER NOSTRO E SUO DECORO
SI CHIAMO’ PROTONOBILISSIMO

DELLA SUA CHIAVE D’ARCO
NON SAPENDOLA RAPPRESENTARE
IL COSTRUTTORE PARCO
LA VOLLE MASCHERARE

DUE PUTTI A LATERALE
SORREGGONO LO STEMMA
LA CORONA NOBILIARE
E’ SOPRA QUESTA GEMMA

AL CENTRO DELLO STEMMA
RAFFIGURATA UN’ARMA ERA
CON QUALCHE STRATAGEMMA
E’ IN QUALCHE CRISTALLIERA

LA LUNETTA DEL PORTONE
SI DICE ORIGINALE
CHIUDE LA CONBINAZIONE
DEL MOTIVO FLOREALE

COME UNA GRAN MEDAGLIA
IN CENTRO INCASTONATA
SI MIRA UNA CONCHIGLIA
DA POCHI CONSIDERATA

Pino ANNESI



Opera di Luigi De Giovanni

Opera di Luigi De Giovanni


RUA RANNE

TANTO DI TE MI HAN PARLATO
DI QUAND’ERI GRANDE E VIVA
ALLA FINE TI HO TRIBUTATO
QUESTA MIA INIZIATIVA

LA VITA SCORRE
IL TEMPO VOLA
ALL’OMBRA DELLA TORRE
QUASI A FARE D’AIUOLA

SUL TUO CORSO POPOLATO
S’AFFACIAVAN TANTE GENTI
IL PAESE SI E’ ADEGUATO
HA SEGUITO I TANTI EVENTI

CON LE TUE CORTI ED I TUOI VICHI
CON I BALCONI SEMPRE IN FIORE
MANGIANDO PANE E SECCHI FICHI
FACEVI BATTERE OGNI CUORE

GRAN VOCIARE FESTOSO
ALL’OMBRA LE COMARI
NEL CORSO SINUOSO
AL RAGLIO DEI SOMARI

I BAMBINI A GRANDI BALZI
PER AMMAZZAR LA NOIA
PUR ESSENDO A PIEDI SCALZI
A GIOCAR CON GRANDE GIOIA

E LA SERA TUTTI SULL’USCIO
COI VICINI A PARLOTTARE
SULLA VIA UN GRANDE STRUSCIO
DI PASSEGGIO DOMENICALE

E LA NOTTE BUIA E SCURA
LA FACEVA DA PADRONA
OGNUN IN CASA NELLE PROPRIE MURA
A PREGAR DAVANTI AD UNA ICONA

POI IL LETTO RISTORATORE
CON IL CORPO A RIPOSARSI
VENIVA FUORI IL PENSATORE
DOMANI COME BARCAMENARSI

ALTRE CASE TI HANNO ACCERCIATA
DISPERSE SONO LE TUE GENTI
A CENTRO STORICO SEI INNALZATA
TESTIMONIANZA DEGLI EVENTI

Pino ANNESI



Opera di Luigi De Giovanni

Opera di Luigi De Giovanni


BORGO ANTICO

BORGO ANTICO E’ BELLO
DALL’ALTO DI UNO SPERONE
ALL’OMBRA DEL CASTELLO
SEMBRAVI IL SUO BALCONE

CINTO DI MURA INTORNO
LE TORRI A TUA DIFESA
LA GENTE OGNI GIORNO
A RIVERIR MARCHESA

LE CORTI SEMPRE IN FIORE
I VICHI POPOLATI
TRASCORREVANO LE ORE
DEI SECOLI PASSATI

SEMPRE SEI RISORTO
DOPO PESTI E GRANDI GUERRE
IL FEUDALESIMO E’ MORTO
ANCHE AI PIEDI DELLE SERRE

CAVALIERI DAME E PRINCIPESSE
VICHI E SCALE HAN PERCORSO
GRANDE ERA L’INTERESSE
PARLANDO DI DISBORSO

DALL’ALTO DELLE MURA
GUARDANDO VERSO ORIENTE
BEN OLTRE LA RADURA
L’ALBANIA E’ PROSPICIENTE

LA SERA SUL CALARE
DALLA CAMPAGNA INTORNO
SI SENTIVANO RAGLIARE
ASINI E MULI DI RITORNO

NELLE MURA AL SICURO
LA NOTTE TRASCORREVA
TUTT’INTORNO ERA SCURO
LUCE QUANDO IL SOL SI LEVA

GRANDI FESTE NEL CASTELLO
NOBILI SEMPRE A DISSIPARE
SOGNANDO UN BELL’ANELLO
GIOVANI DONNE A SPIGNATTARE

I TEMPI SON DIVERSI
TORRI E MURA TU NON HAI
I NOBILI SI SON PERSI
SCOMPARSO E’ IL TUO VIAVAI

Pino ANNESI



Opera di Luigi De Giovanni


NATALE

GRANDE FESTA E’ IL NATALE

CHE BELLO POTER TUTTI CANTARE

CHE BELLO POTER AMARE E PREGARE

E CON GLI OCCHI DI UN BAMBINO IL MONDO GUARDARE

Pino ANNESI


 
     
 

Fonte Notizia:
 

Data: 24/08/2011;      Notizia Letta: 4101 volte.

 
 

 

 
     

 

Partners Specchia.it

 

 

Cerca con GOOGLE



 

Cerca nel sito www.specchia.it

Cerca nel WEB

 

Sponsor

 

 

Newsletter

Per avere le notizie piú importanti di Specchia-News,
inserisci il tuo indirizzo e-mail!


 

 

Sponsor