Tutte le Notizie dal 2011
Sport  

Visite dal 01-05-2001

 

 

Sponsor di Specchia.it

 

PARLARE, PARLARE, PARLARE…

 

Dalla rubrica "Attualitá" di www.Specchia.it

 
 

PARLARE, PARLARE, PARLARE…

 
 

Lettera del sindaco di Specchia

 
     
 

Clicca per ingrandireE’, ormai, la cattiva abitudine più diffusa in Italia: parlare a vanvera, di cose di cui non si conosce né il senso, né il significato, né, ancor meno, la ragione.
Le critiche sono, e devono essere, sempre ben accettate; la discussione e il confronto sono alla base della democrazia, ma occorre che prima di parlare, o ancor meglio di scrivere, ci si sia informati sui fatti, sulle decisioni e sulle scelte che si ritiene di dover criticare… a meno che la critica non sia, come appare anche questa volta, un atteggiamento dettato da una contrapposizione sterile, preconcetta, esercitata “a prescindere” da ogni fatto e ragione.
In alcune zone del paese manca l’acqua? Ecco la “saputa” di turno che, senza conoscere quanto gli uffici hanno fatto per risolvere il problema, lancia accuse all’Amministrazione Comunale di scarso impegno e addirittura cerca di prendersi il merito della soluzione del problema.
L’amministratore della Petra si dimette per motivi che ancora l’amministrazione comunale non conosce? Solidarietà all’amministratore “a prescindere”, senza sapere se lo stesso Amministratore ha torto o ragione.
Qualcuno fa affiggere manifesti perché il sindaco gli ha rimproverato la cattiva esecuzione di alcuni lavori? Subito, si da solidarietà al qualcuno, senza sapere fatti e circostanze che hanno indotto il sindaco a contestare quanto eseguito dalla ditta in questione.
Senza essere al corrente di problematiche, stato degli atti e disponibilità di bilancio, arbitrariamente, si criticano scelte ancora in embrione la cui soluzione definitiva sarà funzione di sviluppi progettuali ancora non noti e quindi non a conoscenza nemmeno a chi crede di possedere doti di “veggenza”
Scrivere “cavolate” soltanto per screditare chi si impegna per il bene di questo paese, è poco serio e certamente, al momento opportuno, sarà tenuto in debita considerazione dai cittadini di Specchia.
Le priorità fra i problemi di un paese sono indubbiamente tante; è certamente impossibile affrontarle tutte contemporaneamente, soprattutto quando la disponibilità economica e la possibilità di spesa delle casse comunali sono ridotte allo zero. E’ necessario, tuttavia, affrontare i problemi uno alla volta, cercando di risolverli con l’aiuto di tutti, anche con le critiche: sensate, serene, costruttive, documentate e competenti.
La ristrutturazione della villetta comunale è, certamente, uno dei problemi prioritari da affrontare: nella villetta ci passano ore ed ore i giovani ed i ragazzi del nostro paese; la scelta, fatta in passato, di piantare alberi inadatti ai centri abitati e l’attacco parassita del “punteruolo rosso”, che ha distrutto, e continua a distruggere, le palme dell’intero bacino mediterraneo, hanno ridotto la piccola area verde della villetta ad uno spazio inqualificato, con una pavimentazione sconnessa e distrutta dai pini, ormai abbattuti, e l’enorme vuoto lasciato dalle grandi chiome delle palme perdute.
Riprogettare tutto questo, ridare al “cuore giovane” del paese una dignità ed un decoro adeguati è un impegno complesso e costoso, che richiederebbe molto di più dei 100'000,00 euro stanziati, con fatica, dalla Amministrazione Comunale; la messa a dimora di nuove piante, di alberi idonei per qualità, compatibilità ambientale e paesaggistica e dimensioni richiede molto di più delle essenze arboree che la Forestale può fornire gratuitamente: la villetta ha bisogno di ritornare ad essere una zona verde, alberata e accogliente in tempi brevissimi e non è il caso di attendere decenni per veder crescere alberi piccoli e dalla lenta vegetazion.
Alla fine dei lavori di ristrutturazione l’area della villetta comunale dovrà, necessariamente, essere dotata di una giusta quantità di posti auto che dovranno essere ridistribuiti e razionalizzati, perché intorno alla villetta vi sono le abitazioni, i bar, i negozi, la scuola e la caserma dei Carabinieri ed è utopistico e infantile pensare che si possa fare a meno dei parcheggi… così come è inutile esercitare presunte capacità divinatorie di preveggenza, sostenendo che l’Amministrazione vuole ridurre ad una banale area a parcheggio quel che, invece, è un complesso intervento di riqualificazione urbana; il tutto senza aver ancora almeno visto, prima di parlare, la bozza del progetto finale!
Ed infine, qual’è la grande e illuminata proposta che renderebbe corretto l’uso del denaro pubblico: utilizzare il volontariato e realizzare i lavori “in economia”. Chi fa tali affermazioni, o è in malafede o ignora nel modo più totale le leggi che regolano le metodologie per l’esecuzione dei lavori pubblici. Nell’uno e nell’altro caso si farebbe bene a tacere perché è meglio tacere che dire corbellerie.
L’ecocentro, trattato nella più assoluta ignoranza dei fatti, è un’opera già finanziata (nota Regione Puglia prot. A00-090 08//04/2010-0002224 acquisita all’ATO LECCE/3 al n. 1436 del 20.04.2010- finanziamento per il comune Specchia pari a circa 190’000,00 €) la cui realizzazione sarà direttamente eseguita dall’ATO LE/3.
Per i disinformati, la candidatura per il centro comunale di raccolta (ecocentro) era per legge, subordinata alla disponibilità della zona che l’amministrazione comunale, per ubicazione e disponibilità, individuò, supportata anche, dal parere dell’allora amministratore delegato della PETRA e da una precedente individuazione della passata amministrazione.
Relativamente all’estensione del lotto, se ci saranno i presupposti e i fondi, l’Amministrazione ha già messo in atto quanto necessario per un eventuale acquisto di terreno in ampliamento alla zona esistente.
Quante sciocchezze, quanta saccenteria, quanti errori di valutazione si commettono se l’onestà intellettuale lascia il posto al livore e al pregiudizio strumentale, che allontanano dall’interesse comune dei cittadini per porre in primo piano il proprio “IO” e la voglia sfrenata di protagonismo.

Specchia 22.05.2011 Antonio Biasco

 
     
 

Fonte Notizia: Segreteria del Sindaco - Comune di Specchia
 

Data: 23/05/2011;      Notizia Letta: 1939 volte.

 
 

 

 
     

 

Partners Specchia.it

 

 

Cerca con GOOGLE



 

Cerca nel sito www.specchia.it

Cerca nel WEB

 

Sponsor

 

 

Newsletter

Per avere le notizie piú importanti di Specchia-News,
inserisci il tuo indirizzo e-mail!


 

 

Sponsor