Tutte le Notizie dal 2011
Sport  

Visite dal 01-05-2001

 

 

Sponsor di Specchia.it

 

 

MIGLIAIA DI VISITATORI AL PRESEPE VIVENTE NEL BORGO ANTICO

 

Dalla rubrica "Cronaca" di www.Specchia.it

 
 

MIGLIAIA DI VISITATORI AL PRESEPE VIVENTE NEL BORGO ANTICO

 
 

Il 6 gennaio 2011 anche i Re Magi raggiungeranno Specchia

 
     
 

Clicca per ingrandireIl Comune di Specchia comunica che nei giorni dell’1, 2 e 6 gennaio 2011, con ingresso libero e orario di apertura dalle ore 17.30 alle ore 20.30, sarà ancora possibile visitare il “Presepe Vivente nel Borgo antico”.

L’evento, giunto alla terza edizione, è realizzato dallo stesso Ente locale in collaborazione con la Parrocchia della Presentazione della Vergine Maria e l’Associazione Culturale Sportiva “Eugenia Ravasco” Onlus insieme con altre Associazioni locali: l’Azione Cattolica, l’Associazione San Nicola di Myra, il Coro Jubilate Deo, il Coro degli Angeli, l’ECO-SPO, il Gruppo delle Vincenziane, l’Apostolato della Preghiera, le Coppie di Sposi Cristiani, la Confraternita di Sant’Antonio da Padova, le Catechiste e la FIDAS Specchia. Infoline: 3391603065 – 3282815010 – 3207071695.

Il Presepe vivente si svolge in un centro storico annoverato dal 2004 tra i “Borghi più Belli d’Italia” e nel 2007, premiato dalla Commissione Europea con l’"AWARD EDEN - Destinazione europea di eccellenza” come “Destinazione Rurale Emergente". Dove i vicoli, le corti e le vecchie case del centro storico medievale della cittadina del Capo di Leuca, sono tornate ad animarsi della magica atmosfera del Natale. L’iniziativa, nata pochi anni fa come momento di vita comune, in grado di animare la comunità in occasione delle festività natalizie, è diventata un evento che catalizza l'attenzione di migliaia di visitatori, avendo registrato nei giorni del 25 e del 26 Dicembre rispettivamente circa 5000 visitatori e circa 6000 nella seconda ed anche nei tre prossimi appuntamenti sono previste le visite di migliaia di persone che con dei pullman provenienti da altre città della Puglia e della Basilicata raggiungeranno Specchia.

Nella serata del 6 Gennaio alle ore 16.00, come è tradizione, i tre Re Magi: Gaspare, Melchiorre e Baldassarre, cercheranno la stella cometa del Presepe vivente di Specchia, per onorare Gesù Bambino ed offrirli: tre doni che simboleggiano la sua duplice natura di essere umano e di figlio di Dio: l'oro, l'incenso e la mirra.

Nelle scorse settimane, il Comune di Specchia, al fine di promuovere al meglio l’iniziativa, ha aderito all’Associazione intercomunale “Città dei Presepi”, che si prefigge l’obiettivo di destagionalizzare il turismo, in particolare il turismo religioso che esalta le tradizioni culturali locali. Grazie al progetto è stato istituito un servizio di pullman gratuito, denominato “Le Vie dei Presepi”, offerto dall’APT - Lecce e dall’Associazione, tra le cittadine che propongono i presepi, comprendente 14 percorsi, con due appuntamenti dedicati a Specchia: il 2 Gennaio 2011 e il successivo giorno dell’Epifania.

L’evento specchiese rientra nell’iniziativa dell’Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo per favorire la conoscenza dei Presepi di Puglia denominata “Andar per presepi”, dove coloro che visiteranno il presepe specchiese, fino al 2 febbraio 2011, avranno due possibilità: assegnare un voto di gradimento dopo la visita o votare una foto dell’angolo più bello del presepe, sempre attraverso www.viaggiareinpuglia.it, il portale dedicato al turismo della Regione Puglia, visitato da milioni di turisti italiani e stranieri. Nella serata del 2 gennaio i soci dell'Associazione Culturale "Photosintesi", la quale sensibilizza l'uomo verso la cultura per le immagini e le arti figurative in genere, si ritroveranno a Specchia per fotografare ed immortalare uno dei più bei presepi viventi del Salento.

Per l'occasione molti abitanti sono coinvolti, alcuni impegnati nell’organizzazione, altri compongono la schiera dei circa 200 figuranti, che indossati i costumi di scena, danno vita alle botteghe artigiane o alle varie scene descritte negli antichi testi sacri. Partendo da Piazza degli Artisti, passeggiando nelle viuzze, gli occhi del visitatore spaziano dal maniscalco al cestaio, dal fabbro al muratore, dall’artigiano della pietra leccese al laboratorio degli artisti; il presepe vivente diventa così un’occasione per mettere in mostra una cultura oramai abbondantemente superata, ma di cui spesso si ha la memoria attraverso i ricordi degli anziani o i detti di uso comune.

Accanto alle botteghe, c’è il matrimonio giudaico: dove gli sposi siedono attorniati dagli ospiti, mentre nel maestoso Palazzo Risolo, proprio dove una volta i nobili proprietari salivano sulle carrozze, c'è anche la profana corte di Erode, con tanto di ballerine, gli scribi e poi ancora centurioni, soldati, pastori, angioletti. Momento suggestivo e conclusivo del percorso è la Natività. Essa viene allestita nell’atrio di un palazzo nobiliare che si affaccia sulla scenografica Piazza del Popolo, dove accanto alla Madonna, San Giuseppe e al Bambin Gesù non mancano l'asinello e il bue.


 
     
 

Fonte Notizia: Maurizio Antonazzo - Addetto Stampa Comune di Specchia
 

Data: 01/01/2011;      Notizia Letta: 2718 volte.

 
 

 

 
     

 

Partners Specchia.it

 

 

Cerca con GOOGLE



 

Cerca nel sito www.specchia.it

Cerca nel WEB

 

Sponsor

 

 

Newsletter

Per avere le notizie piú importanti di Specchia-News,
inserisci il tuo indirizzo e-mail!


 

 

Sponsor