Logo IWBank 235x60  

21-24 LUGLIO 2010: FESTA DI CINEMA DEL REALE

 Anche questa edizione sará ospitata all’interno del cinquecentesco Castello Risolo di Specchia

 

Clicca per ingrandireQuattro giorni di proiezioni, mostre, installazioni, incontri, seminari e musica dal vivo per sostenere e promuovere le narrazioni del reale e il cinema documentario realizzato in Italia, nei paesi del Mediterraneo e nel mondo.

Dal 21 al 24 luglio ritorna il cinema “che si fa fuori” per raccontare le realtà del mondo. Resiste infatti per il settimo anno consecutivo la Festa di Cinema del reale, ideata e realizzata da Big Sur con l’Associazione Cinema del reale e OfficinaVisioni e con la direzione artistica del filmaker Paolo Pisanelli. Cinema del Reale resiste alla crisi e alle tempeste che in Italia investono i finanziamenti per il cinema, la cultura e lo spettacolo.

Anche questa edizione, che ha come tema “Cuori, pietre e trasformazioni”, tre parole chiave unite da un filo rosso che collega i film che verranno presentati, sarà ospitata all’interno del cinquecentesco Castello Risolo di Specchia, cittadina di impianto medioevale situata in uno dei punti più alti del Salento ed annoverata tra i borghi più belli d’Italia. Specchia, in occasione della ‘Festa’, ospiterà gli autori dei film in programma, registi, produttori, turisti, studenti e appassionati di cinema, trasformandosi in una vera e propria Cittadella del Cinema del reale.

La Festa di Cinema del reale non è solo una rassegna di cinema documentario: mostre, installazioni sonore, film musicati dal vivo, seminari e incontri, aperitivi musicali al calar del sole, fogli di poesie, e una grande festa finale sul terrazzo del Castello fino all’alba, animeranno per quattro giorni il piccolo borgo salentino. Un importante momento di confronto per raccontare storie del "reale" che mettono in relazione modi diversi di vivere e pensare.

Tra gli autori invitati i registi Michelangelo Frammartino, Laura Halilovic, Pietro Marcello, Costanza Quatriglio, Rossella Piccinno, Stefano Savona, Carlo Schirinzi, Chiara Idrusa Scrimieri, Emanuele Svezia e Daniele Vicari. Quest’anno la Festa sarà dedicata a Gianfranco Mingozzi, regista recentemente scomparso, che fin dalla prima edizione ha collaborato al progetto Cinema del reale. Inoltre la Festa ospita un omaggio a Elio Piccon, cineasta dallo stile fortemente innovativo, che ha sperimentato e realizzato molti film documentari negli anni Cinquanta e Sessanta. Sarà presente anche la Presidente onoraria dell’Archivio Cinema del reale, Cecilia Mangini, che presenterà il documentario “La briglia sul collo”, sull’educazione di un ragazzo “difficile”.

Da quest’anno parte una nuova sezione per gli spettatori nottambuli: Cineteca Di Notte / Le pietre nell’occhio, ovvero i film che hanno scosso il modo di vedere. Giovedì 22 luglio, a partire dall’1.00 di notte, inaugurerà la sezione il documentario “Napoli” di Wladimir Tcherkoff, un viaggio senza tregua che attraversa “ la capitale del Sud” come se fosse un campo di battaglia. La notte successiva sarà la volta di “All’armi siam fascisti” di Lino Del Fra, Cecilia Mangini e Lino Miccichè, film perseguitato e censurato, realizzato nel 1961 come protesta al neofascismo dell’Italia dei primi anni Sessanta: un’opera eccezionale che ha rivoluzionato il modo di intendere e di realizzare un “film di montaggio”.

Nel corso della manifestazione si svolgeranno incontri su poetiche e pratiche cinematografiche degli autori invitati, ai quali verrà conferito il Premio Cinema del reale.

Le serate saranno aperte da aperitivo & musica dal vivo. Saranno presenti alla manifestazione cantori e musicisti, appartenenti a generazioni diverse: Corde tese, nuova formazione composta da musicisti salentini, e I Cantori di Villa Castelli, interpreti di una tradizione musicale “esplosiva”. L’evento speciale è dedicato alla città più mediatizzata e mistificata d’Italia, passata dalla rassegnazione alla rivolta attraverso mille trasformazioni: La conta d’Aquila del gruppo Animammersa, ensemble di musicisti e attrici, nata come risorsa vitale e creativa dopo il terremoto abruzzese del 6 aprile 2009.

I film documentari del passato sono selezionati in collaborazione con l’Archivio della Cineteca Lucana, l’Archivio audiovisivo del Movimento Operaio e democratico e l’Archivio nazionale della memoria filmica familiare Home Movies.

In questa settima edizione verrà incrementata l’attività dell’Archivio di Cinema del reale per il recupero e la digitalizzazione di documenti audiovisivi e opere cinematografiche (anche provenienti da archivi privati e di famiglia) per favorire la costruzione di una memoria collettiva sulle realtà del Salento, della Puglia e dei Paesi del Mediterraneo. La collaborazione con gli altri archivi citati darà vita a una installazioni e eventi speciali realizzati attraverso digitalizzazioni di film di famiglia e di cineamatori, che poi verranno musicati dal vivo da artisti salentini.

Cinema del reale è un cinema ambulante, senza poltrone, senza botteghino e senza effetti speciali che si fa per strada e dovunque. È il cinema che “si fa fuori”, che invita le persone a incontrarsi, a guardare i luoghi dove viviamo, le cose che succedono, raccogliendo memorie e amnesie, luci e ombre. In questa edizione stra-ordinaria la Festa di Cinema del reale invita a volgere gli sguardi sullo schermo per incontrare Cuori appassionati, durezze di Pietre e differenti Trasformazioni attraverso il cinema più spericolato, curioso e inventivo che si possa vedere e ascoltare. L’evento è una vera e propria ‘festa’ dedicata agli autori e alle opere cinematografiche e video che offrono descrizioni e interpretazioni personali e singolari delle realtà passate e presenti nel mondo. Sono generi documentari differenti: film sperimentali, film-saggio, diari personali, film di famiglia, grandi reportage, inchieste storiche, narrazioni classiche, racconti frammentari. I film proiettati durante la ‘Festa’, opere di autori riconosciuti o meno noti con diversi orizzonti geografici, politici e culturali, sono espressione di un cinema che spesso dispone di limitate risorse economiche (ed in questo momento più che mai) ma è dotato di grandi capacità inventive e comunicative.

Da quest’anno la Festa di Cinema del reale ospita il Festival del Cinema Documentario, progetto cofinanziato da Unione Europea (Iniziativa cofinanziata con fondi P.O. FESR Puglia 2007-2013 Asse IV - Linea d'intervento 4.3), Regione Puglia Assessorato al Mediterraneo Settore Attività Culturali e Apulia Film Commission, che prevede due anni di attività finalizzate alla promozione del Cinema del reale. Prossimo appuntamento in programma “Apri l’occhi” concorso per cortometraggi documentari rivolto a giovani autori, che si terrà in ottobre nel castello di Copertino (Le).

Cinema del Reale: ideazione e organizzazione Big Sur, Associazione Cinema del reale, Officina Visioni, Cofinanziato da Unione Europea, Iniziativa cofinanziata con fondi P.O. FESR Puglia 2007-2013 Asse IV - Linea d'intervento 4.3, Regione Puglia Assessorato al Mediterraneo Settore Attività Culturali, Apulia Film Commission con il contributo di Comune di Specchia con il patrocinio di Provincia di Lecce Assessorato alla Cultura e con Copeam (Conferenza Permanente dell’Audiovisivo del Mediterraneo), Doc/It (Associazione Documentaristi Italiani), Università degli studi di Teramo – Facoltà di Scienze della comunicazione, Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico, Archivio Nazionale del Film di Famiglia Home Movies, Cineteca di Bologna, Cineteca Lucana, Documè, ildocumentario.it, Bibi Film, Coolclub, DakhlaVision, Fondo Verri, Idrusa, Indigo Film, Ipotesicinema, Kurumuny, Manifatture Knos, Media Land, Muud produzioni, Pulsemedia, Showlab, Sottotraccia-Gruppo Informale, Untertosten Film, Variemani, Vivofilm, Zenit arti audiovisive.

 
Data: 10/07/2010; Notizia Letta: 1438 volte
Fonte Notizia: Pierpaolo Lala

 

<<< torna indietro

www.specchia.it