Logo IWBank 235x60  

TEATRO SOLATIA SPECCHIA

 Corso di Laboratorio di Teatro Sperimentale

 

Clicca per ingrandireHa preso il via a Specchia, nelle sale del Protonobilissimo Castello Risolo, nella centralissima Piazza Del Popolo, il corso di Laboratorio di Teatro Sperimentale curato dall’attrice e regista Rosaria Ricchiuto, in collaborazione con la cantante Vincenza De Rinaldis che curerà il canto.

Il fine è quello di realizzare finalmente a Specchia, paese che da sempre si è distinto per i suoi “fermenti” letterari, artistici e culturali, un luogo dove ci si possa confrontare, incontrare e crescere.

Da qualche anno Rosaria Ricchiuto sta cercando di far emergere il meglio del sommerso, dal punto di vista artistico teatrale, che ha il Salento, soprattutto nel Capo di Leuca.

Nell’anno 2010 la Compagnia Teatro Solatia ha portato in scena, assieme agli spettacoli ormai consolidati “Quante Vite”, “Che cos’è l’amor” e “ Le donne cantate dai poeti”, un’innovativa produzione “CIBO & EROS” , uno spettacolo ispirato agli scritti dei poeti salentini Vittorio Bodini, Girolamo Comi e Vittorio Pagano e lo spettacolo La donna dai capelli rossi.

Gli spettacoli” nascono da un’idea di Rosaria Ricchiuto, che ne è anche la regista e l’attrice protagonista, e vengono portati in scena dalla Compagnia Teatrale SOLATIA di SPECCHIA ed accompagnati da musicisti della ICO Tito Schipa di Lecce.

Negli spettacoli le protagoniste sono le donne in un gioco teatrale basato sull’incontro con il pubblico, che viene chiamato in scena.

Dopo le esperienze di attrice nel cinema con piccole parti nei film di attori del livello di Carlo Verdone e Diego Abatantuono, e nel teatro con Astragali, Koreja, Terramare Teatro, la Ricchiuto ora dirige la sua compagnia teatrale SOLATIA, confortata dal notevole successo avuto lo scorso anno con Cibo & Eros, spettacolo che ripropone anche quest’anno, ma con molte novità sceniche e rinnovato nei testi e nelle musiche.

Il cibo è l’occasione per incontrarsi e fare festa ed avrà un ruolo fondamentale: a tavola, i piaceri, i dispiaceri, gli incontri, gli scontri, hanno fatto dell’arte culinaria un’immagine specchio della società.
Dietro ai sapori, agli odori, si nascondono tantissimi significati: il nostro corpo, la nostra mente, la psicologia, l’educazione, la cultura, il desiderio, l’eros, il sesso, la creatività, la voglia e l’immaginazione che trasformano il cibo in un vero e proprio linguaggio.

Attraverso la voce dell’attrice si attraversano le arterie più calde dell’Amore, assaporandone il gusto, accompagnato dalla degustazione di prodotti tipici locali e sorseggiando un calice di ottimo vino salentino, prendendo spunto dai versi di celebri poeti quali Pablo Neruda, Nazim Hikmet, Charles Baudelaire e le scelte musicali accompagneranno l’evento come un controcanto.

Il debutto dello spettacolo è avvenuto Sabato 25 luglio nella centrale Piazza del Popolo nel suggestivo Borgo Antico del Comune di SPECCHIA immersa nella magia delle luci del protonobilissimo CASTELLO RISOLO e della CHIESA MATRICE. , ed il bis Venerdì 21 Agosto a PARABITA nell’ambito della rassegna “ARTE IN PARABITA”.

Successivamente siamo ritornati in scena con lo spettacolo teatrale CIBO & EROS - degustazione letteraria" Martedì 25 Agosto a LECCE in Piazza dei Partigiani nell’ambito delle manifestazioni culturali collaterali alle Festività dei Santi Patroni Oronzo, Giusto e Fortunato, Martedì 1 Settembre a Squinzano nella bella Villa Cleopazzo e Venerdì 5 Settembre a Vernole nella Piazza Vittorio Veneto.

Per Rosaria Ricchiuto, il teatro è un “contenitore”, un luogo di racconto ed ascolto e un laboratorio teatrale è un viaggio alla scoperta delle tecniche d’espressione e di comunicazione.

Con questo Laboratorio si fa un viaggio attraverso le possibilità espressive del corpo nella sua globalità, superando la frattura tra mente, pensiero ed emozione.

Un Laboratorio Teatrale per educare al piacere, innescare dialettica creativa, contaminare.

Un metodo d’esplorazione attraverso il teatro che si costituisce sulla qualità esperienziale del “gioco”.

Un processo che essendo permeato dalla qualità ludica dell’esperienza, produce in chi lo esercita, sia esso attore professionista o no, il “piacere” della sua pratica.

Il laboratorio teatrale è dunque anche un luogo dove mescolare diversi saperi, occasione di scambi e riflessioni sul mondo d’oggi e di ieri, luogo privilegiato dove accogliere, valorizzare, e tradurre la propria e l’altrui memoria.

Già dai primi incontri è nato un bellissimo scambio di idee, esperienze, e tutto il gruppo,che è composto da donne di diversa età, quasi fossero un grande fascio di fiori, ognuno a rappresentare un carattere, ha deciso, insieme alla regista Rosaria Ricchiuto, in collaborazione con la cantante Vincenza De Rinaldis , di portare in scena a Luglio lo spettacolo “LA SIGNORA DAI CAPELLI ROSSI”,già presentato due anni fa nell’atrio del Castello Risolo, ma rivisitato e proposto in una veste del tutto nuova.

Un recital che vuole essere un omaggio, un “tributo” ad una grande, indimenticata artista e poetessa specchiese MAURA PACELLA COLUCCIA.
Attraverso le voci di donne si percorrerà la vita di Maura sin da bambina, fino ad arrivare alla morte che lei esorcizza fino a chiamarla “Amica”, “benvenuta Amata”….

A tutte le ragazze va il ringraziamento della Presidente e Regista del TEATRO SOLATIA, un abbraccio ad una ad una a tutte coloro che stanno realizzando e facendo grande e importante questo progetto:
Vincenza De Rinaldis, Marta Agostinello, Edoardo Baglivo, Roberta Branca, Claudia Chezzi, Marialuce D’Ambrosio, Guglielmo Fiorentino, Zelinda Giunca, Isabella Gubello, Anna Pizza, Emanuela Remigi, Imma Rizzo, Silvana Saracino, Irene Scarascia, Sara Schirinzi, Camilla Scupola, Osvaldo Scupola, Salvatore Scupola.

 
Data: 09/06/2010; Notizia Letta: 1817 volte
Fonte Notizia: Cesare Vernaleone

 

<<< torna indietro

www.specchia.it