Logo IWBank 235x60  

''MUSICULTURA'' 2010 (III EDIZIONE)

 Il 10 Giugno 2010 un concerto presso la Chiesa dei Francescani Neri a Specchia

 

Clicca per ingrandire




“MusiCultura” 2010 (III Edizione)

SPECCHIA – CONVENTO DEI FRANCESCANI NERI

Giovedì 10 Giugno 2010

“Tracce di un cammino”

Un ambasciatore di musica tra Salento e Westfalia

Musiche del compositore e percussionista Antonio Amoroso

INGRESSO LIBERO

Fattosi strada all’estero, ritorna nella sua terra d’origine con un interessante bagaglio artistico e professionale il compositore e percussionista italo-tedesco ANTONIO AMOROSO (Alessano, 1956), proponendo il concerto di Specchia ed altri due in sequenza (Alessano e Lecce) incentrati su sue composizioni. Già da tempo attivo con valore in campo nazionale ed internazionale in continuo confronto con le nuove esperienze compositive d’oltralpe europee, Amoroso vanta un ricco catalogo di opere che fa data dal 1982. I suoi brani figurano in varie incisioni discografiche di solisti europei di grande rinomanza e livello artistico. La radio e la televisione tedesca gli hanno dedicato seguitissime trasmissioni.
Introduce ciascuna serata, alla presenza del compositore italo-tedesco, la musicologa ELSA MARTINELLI, ideatrice e curatrice della rassegna “MusiCultura”.
Il valente direttore d’orchestra padovano M° PIERLUIGI DESTRO, vincitore di numerosi concorsi e presente ai più importanti festival nazionali ed internazionali (Roma, Parigi, Strasburgo, Bruxelles, Salisburgo, Oslo, Stoccolma, Sofia), sarà alla guida dell’ENSEMBLE “EUPHONIA”.
Nel corso dei tre concerti saranno impegnati i musicisti Luigi Bisanti al flauto, Nunzia Del Popolo all’arpa, Claudio Quarta al clarinetto, Alessandro Dell’Anna alla tromba, Giuseppe Candido al trombone, Fulvio Panico, Sergio Rizzo, Matteo Spedicato, Andrea Stefanizzi e Antonio Tau alle percussioni, Ennio Catanese al violino, Paolo Ferulli al violoncello, Stefano Rielli al contrabbasso, Valerio De Giorgi al pianoforte.
Verrà utilizzato un organico di ben 60 diversi strumenti a percussione, tutti i membranofoni e gli idiofoni sia a suono determinato che indeterminato. Si segnala una particolare disposizione del set assai innovativa, ideata dal M° Fulvio Panico, titolare della cattedra di Strumenti a percussione del Conservatorio di Musica “T. Schipa” di Lecce, il quale ha appositamente concepito per l’evento una aggregazione di strumenti che darà vita per la prima volta ad un idiofono completamente nuovo.

 
Data: 07/06/2010; Notizia Letta: 1446 volte
Fonte Notizia: Giampiero Pizza

 

<<< torna indietro

www.specchia.it