Logo IWBank 235x60  

''CAMPIONI SI DIVENTA…'': CAMILLO PLACI' INCONTRA LE SCUOLE

 Nella mattina di mercoledí 18 novembre 2009

 

Clicca per ingrandireAssistant Coach della Nazionale di Volley della Bulgaria e della Trenkwalder Pallavolo Modena
Medaglia di Bronzo alle Olimpiadi di Pechino 2008 ed ai Campionati Europei 2009

Si comunica che Camillo Placì, tecnico specchiese di pallavolo, Assistant Coach della Nazionale di Volley della Bulgaria e della Trenkwalder Pallavolo Modena (serie A1 maschile), nella mattina di MERCOLEDÌ 18 NOVEMBRE incontrerà gli studenti degli Istituti Comprensivi di Morciano di Leuca, Salve e Specchia.

Il primo degli incontri dell’iniziativa denominata “Campioni si diventa…” si svolgerà presso la Scuola Media di Salve alle ore 9.00, il secondo a Morciano di Leuca alle ore 10.30 presso l’Auditorium della locale Scuola Media, questi appuntamenti sono organizzati dalla “Pallavolo Salve” in collaborazione con l’Istituto Comprensivo Statale, con le Amministrazioni Comunali di Salve e Morciano di Leuca ed il Comitato Provinciale della Federazione Pallavolo.

Gli incontri di Camillo Placì si concluderanno presso la Scuola Media di Specchia alle ore 12.30, dove si svolgerà l’iniziativa organizzata dall’Amministrazione comunale di Specchia,dal locale Istituto Comprensivo “Don Luigi Sturzo”,dal Comitato Provinciale della Federazione Pallavolo e dall’Associazione “Capo di Leuca - Volley Specchia.

Camillo Placì, Ambasciatore Salentino dello Sport e Presidente Onorario della Scuola Pallavolo Salve, dopo la conquista della medaglia di bronzo olimpica con la nazionale russa a Pechino, ricoprendo il ruolo di assistant coach di Vladimir Alenko, allenatore della Nazionale di pallavolo di Mosca è diventato l’Ambasciatore nel mondo della pallavolo salentina.
Lo scorso settembre, la Bulgaria dopo 26 anni, con Placì, vice di Silvano Prandi, nei Campionati Europei ha ottenuto il III° posto, vincendo la medaglia di bronzo, inoltre, la Bulgaria si era già qualificata per il Campionato Mondiale di Pallavolo che si giocherà in Italia nel settembre 2010.
Da questo 65° Campionato di Serie A1 di Volley, Camillo Placì affianca Silvano Prandi anche sulla panchina della Trenkwalder Modena, prestigiosa squadra della pallavolo italiana, definita la “Juventus del volley”, per aver conseguito il più alto numero di scudetti italiani, ottenendo già prestigiosi risultati nella stagione sportiva in corso, con molte chance di raggiungere la fase dei play-off.

Camillo Placì, nato a Specchia (Lecce) l’11 novembre 1956, continuerà ad affiancare Silvano Prandi, ancora con la Federazione Bulgara di volley, con la quale è stato sottoscritto un contratto biennale che prevede, in caso di buoni risultati ai Mondiali 2010 in Italia, un rinnovo dell'accordo per altre due stagioni, fino alle Olimpiadi di Londra 2012, sempre con l’ausilio del coach specchiese.

Il tecnico salentino ha alle spalle un lungo cammino professionale iniziato in Puglia negli anni ottanta con la Volley Specchia e poi con il Victor Village Ugento, il Calimera ed il Cutrofiano, tra serie A e serie B maschili, ma il suo primo arrivo a Cuneo fu nel 1997, quando Silvano Prandi ebbe già modo di apprezzare la sua valida collaborazione. Poi, dopo alcune stagioni con Taviano, Corigliano e Pineto, nel 2005 Placì fu chiamato nuovamente da Prandi per organizzare e seguire il settore giovanile di Trento. Infine, quando il “Professore” ritornò a Cuneo per guidare la formazione di A1 nel 2005, chiese alla Società di avere Placì come suo vice sulla panchina della Bre Banca Lannutti, collaborazione conclusasi con lo scorso campionato.

Sempre a Cuneo nacque il rapporto di collaborazione tra Placì e la Federazione Russa. Nel marzo 2008 Silvano Prandi ospitò Vladimir Alekno, allenatore della nazionale di Mosca, in Italia per aggiornamenti tecnici. Nell’esaminare il lavoro svolto dallo staff tecnico della Bre Banca Lannutti, il coach russo rimase favorevolmente impressionato tanto da chiedere a Silvano Prandi la possibilità di avvalersi del suo prezioso collaboratore, per preparare al meglio l’avventura della squadra russa nella World League 2008 ed alle Olimpiadi di Pechino, portando il team a raggiungere per due volte un prestigioso terzo posto.


 
Data: 16/11/2009; Notizia Letta: 1435 volte
Fonte Notizia: STUDIO ANTONAZZO - Specchia

 

<<< torna indietro

www.specchia.it