Logo IWBank 235x60  

''IL TESORETTO DEL SALENTO. CONTINUIAMO…'' INCONTRO A LECCE SUL TURISMO SOSTENIBILE

 Numerose ed autorevoli testimonianze a confronto

 

Clicca per ingrandireIl Gruppo d’Azione Locale “Capo S. Maria di Leuca” comunica che LUNEDI' 24 NOVEMBRE alle ore 16.00 presso la Sala Maria d'Enghien del Castello Carlo V di LECCE, si svolgerà un incontro dal tema: “ IL TESORETTO DEL SALENTO. CONTINUIAMO... ”. L’incontro si svolge nell’ambito del Piano di Sviluppo Locale “Parco Rurale della Terra dei due Mari” con il contributo del Programma Comunitario L.E.A.D.E.R. Plus e del Consorzio dei Comuni “Terra dei due Mari”.
Al talk show, moderato da Duilio GIAMMARIA, Giornalista ed Inviato Speciale della RAI, oltre all’On. Antonio LIA, Presidente del GAL “Capo S. Maria di Leuca”, hanno garantito la partecipazione, tra gli altri, il Dott. Massimo OSTILLIO, Assessore al Turismo della Regione Puglia, la Prof.ssa Angela BARBANENTE, Assessore all’Assetto del Territorio della Regione Puglia, il Dott. Enzo RUSSO, Assessore alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia, il Sen. Giovanni PELLEGRINO, Presidente della Provincia di Lecce, il Dott. Paolo PERRONE, Sindaco di Lecce ed il Dott. Remigio VENUTI, Sindaco di Casarano, il Dott. Piero MONTINARI, Presidente Confindustria Lecce, il Dott. Alfredo PRETE, Presidente della Camera di Commercio di Lecce, e sono previste altre autorevoli testimonianze, tutti invitati a discorrere ed esporre la propria concezione riguardo il turismo sostenibile.
Dopo il successo ed i consensi ottenuti, lo scorso 26 agosto a Specchia, dall’iniziativa “Il Tesoretto del Salento ”, al quale parteciparono autorevoli personalità istituzionali e cultori del nostro territorio, con l’iniziativa di Lecce, che si svolge con il contributo dell’Assessorato al Turismo della Regione Puglia, ed il patrocinio della Provincia di Lecce e del Comune di Lecce, il GAL intende accogliere le richieste e le sollecitazioni pervenute dai partecipanti e da più parti, a proseguire il dialogo rimasto sospeso in quell’occasione.
L’interessante confronto che si svolse nella cittadina del Capo di Leuca, scaturiva dall’articolo dal titolo “Puglia sfrutta il “tesoretto” del turismo ”, pubblicato il 21 Agosto 2008, sulla prima pagina del quotidiano “La Gazzetta del Mezzogiorno”, a firma di Duilio Giammaria, Giornalista ed Inviato Speciale della RAI, dove l’autore, tra l’altro evidenziava l’esempio positivo di turismo sostenibile esistente nel borgo antico di Specchia con l’ “Albergo Diffuso”, progetto realizzato ed incrementato dal GAL “Capo S. Maria di Leuca” da oltre dieci anni, grazie al contributo delle tre edizioni del Programma Comunitario L.E.A.D.E.R.
Il Gruppo di Azione Locale del Capo di S. Maria di Leuca è una società a responsabilità limitata a capitale misto pubblico-privato, costituita nel 1991. L’obiettivo principale del GAL è la valorizzazione delle risorse di imprenditorialità, storia, cultura e natura presenti nel suo territorio di riferimento. Il GAL ha maturato una molteplicità di esperienze nel settore dello sviluppo locale inteso in un’ottica plurisettoriale e integrata. In questa direzione si è sviluppata l’attuazione dei Programma Comunitario LEADER I (1992-1996), LEADER II (1997-2001) e quella del LEADER Plus (2005-2008), che si concluderà tra qualche settimana, avviando al contempo l’attività di animazione dell’ASSE IV LEADER del Piano di Sviluppo Rurale 2007-2013 per 18 Comuni del Capo di Leuca.
Con il LEADER Plus il GAL ha impegnato una dotazione finanziaria pari a circa 5 milioni di euro, cofinanziando aziende private ed anche 19 progetti riguardanti altrettanti beni culturali e naturali ricadenti nel comprensorio dei Comuni dell’Area LEADER Plus: Acquarica del Capo, Cutrofiano, Giuggianello, Giurdignano, Minervino di Lecce, Otranto, Poggiardo, Ruffano, Salve, Sanarica, San Cassiano, S.Cesarea Terme, Specchia, Supersano, Tricase, Ugento e Uggiano La Chiesa, le quali hanno usufruito del contributo del Consorzio dei Comuni “Terra dei Due Mari” costituito dalle stesse Amministrazioni comunali.
A livello locale il GAL ha consolidato il legame con un folto gruppo di piccole imprese attive nei settori del turismo, dell’artigianato e dell’agricoltura, fornendo servizi avanzati per la crescita e l’innovazione delle attività produttive e stimolando momenti di confronto ed aggregazione. La stessa azione di aggregazione sinergica, inoltre, è stata avviata nei confronti degli Enti locali, delle scuole, dell’associazionismo, degli Istituti di credito. Lo spirito dinamico, l’innovazione nei metodi di intervento attuati e i successi conseguiti hanno reso il GAL meritevole di riconoscimenti nell’ambito della rete europea dei Gruppi di Azione Locale, essendo il suo modello di sviluppo locale indicato quale “caso di studio” in ambito comunitario.

 
Data: 23/11/2008; Notizia Letta: 1949 volte
Fonte Notizia: Maurizio Antonazzo

 

<<< torna indietro

www.specchia.it