Logo IWBank 235x60  

SPECCHIA - ''LA NOTTE BIANCA'' 2007 (photogallery)

 Un grandissimo successo iniziato al tramonto e vissuto da migliaia di persone.

 

Clicca per ingrandireQuesta notte c’è grande movimento nel paese.
I suoni di una miriade di gruppi musicali, dislocati in diversi punti del centro storico, diventano rumori, per i molteplici stimoli e inebriano le migliaia di persone convenute per l’evento.

Partendo da “Sutta e Capanne De Lu Ripa”, dalla piccola galleria, dove espone Luigi De Giovanni con una mostra intitolata “Space and time”, si ha già la sensazione della gran festa. Qui opere, che descrivono l’unicità del tempo e dello spazio, incrociano la notte di grande baldoria resa più viva e da profumi di cibo e dagli animi che dimenticano il tempo, per vivere la gioia di un’allegoria notturna della vita. Si, la notte dà l’idea della fine, ma qui è un rinascere gioioso per cercare di annullare il buio della vita.

Il clima è effervescente sin dalle ore 18,00, quando un “girotondo allegro” ha reso felici i più piccoli che probabilmente non resisteranno svegli sino l’alba.
Dalla nostra postazione si osservano le espressioni delle migliaia di persone, venute chi sa da dove, che pare dimentichino l’ora del riposo per immergersi in una frenesia, quasi godereccia.

Alle ore 20, inizia la fase creativa dei giovani muralisti che esprimeranno la loro vena artistica in una notte, per realizzare le opere che parteciperanno al concorso “Anima i tuoi sogni”. Alle ore 6.30 del mattino si concluderà il concorso, con la premiazione del vincitore che verrà fatta dal maestro Giuseppe Afrune.

“Anima i tuoi sogni” è Animare la vita, anche nella notte per dimenticare i dolori: le tristezze del vivere.
Animare la notte è la linea giuda per esorcizzare il buio delle menti, per trovare la gioia dell’essere: senza problemi, senza condizionamenti.
Lo spirito di questa notte sa di pagano, ma sa, anche, di superamento delle barriere mentali per riconquistare la felicità della spontaneità.
Viva la notte, viva questa notte che sa di giorno e di libertà.

Alle 20.30 c’è stata l’inaugurazione ufficiale, con il regista Edoardo Winspeare e la premiazione del vincitore della Rassegna Europea del Cortometraggio “A corto d’idee”.
Spettacoli e concerti hanno attratto una fiumana di persone, che va in fila, spinta dalla forza misteriosa della curiosità, si sofferma, di tanto in tanto, attratta da stimoli visivi, uditivi e olfattivi. Ecco i fuochi d’artificio, opere d’arte, musiche, nell’aria si sentono i profumi di cibo. Quel cibo semplice e invitante diventato necessità urgente d’appagare.

Le ore della notte avanzano, inesorabili, gli animi si scaldano di sentimenti di partecipazione, di gioia, di gruppo: è il miracolo di questa magica notte.
I fuochi d’artificio che improvvisamente illuminano il cielo hanno riempito di scintille i momenti da non dimenticare.
Ritmi coinvolgenti, rullii di tamburi invitano e spingono i giovani lasciarsi andare in danze spontanee: libere che fanno dimenticare le ore di riposo perse e spesso lo stordimento artificiale.

Musica reggae, hi - pop, blues, etnica, jazz, ha infuocato i ritmi della notte sino a non far sentire la stanchezza e il sonno.
Artigiani, artisti (Domenico Baglivo, Luigia Pattocchio e Patrizia Musio), artisti di strada, con le loro mostre o performance, hanno dato una nota culturale.
Divertimenti per tutti e delizie culinarie, per lo più caserecce, hanno contribuito alla magia.
Questa notte ha reso reali i sogni.

Ritmi caraibici, hi – pop e reggae hanno salutato l’alba in Piazza Del Popolo mentre nella Piazza Degli Artisti continuavano a rullare i tamburelli in una pizzica sempre più frenetica e coinvolgente. L’attesissimo rap salentino, colorato e divertente, goliardico ed improvvisato, ha dato la chiama a quelli che hanno resistito, coinvolgendoli nell'animazione scenica e corale.
L'alba è arrivata da un pezzo.
Un profumo di cornetti caldi si diffonde nella piazza, si fa invitante per tutti i superstiti della lunga notte che vengono rifocillati, anche, per poter riprendere energia e far sì che i più volenterosi ripuliscano Specchia: incantesimo del Salento.

Si può affermare che gli organizzatori (il sindaco On. Antonio Lia, il comune di Specchia, l’Assessore alle Politiche Giovanili Dott.ssa Maria Bruno, il Forum dei Giovani e soprattutto Specchia, borgo speciale, e la sua gente che si mobilita) hanno ottenuto un grandissimo successo, che ripaga e gratifica coloro che da tre anni continuano a credere nella manifestazione. Il riconoscimento va agli organizzatori, che con sempre maggiore impegno riescono a far arrivare migliaia di persone che hanno modo di visitare, conoscere il paese con il suo impareggiabile patrimonio artistico, culturale e ambientale.

Questa sera gli organizzatori hanno dimostrato di non essere a corto d’idee anzi d’averne tante per far divertire e ricordare nell’attesa del 12 agosto 2007, giorno o notte, secondo lo studioso della storia del luogo Antonio Penna, della nascita di Specchia: compleanno festeggiato nel migliore dei modi.




Articoli correlati:

LA NOTTE BIANCA 2007 A SPECCHIA / Fotogallery (Roberto Zippo)

IL 12 AGOSTO LA NOTTE BIANCA NEL BORGO / ''Anima i tuoi sogni…'' (Comune di Specchia)

LA NOTTE BIANCA A SPECCHIA / Dopo il grande successo della scorsa edizione ritorna domenica 12 agosto 2007 (Forum dei Giovani)

 
Data: 13/08/2007; Notizia Letta: 5675 volte
Fonte Notizia: Federica Murgia

 

<<< torna indietro

www.specchia.it