Logo IWBank 235x60  

ESPERTI DEL MINISTERO DELL’AGRICOLTURA LIBANESE IN VISITA ALLE AZIENDE DEL CAPO DI LEUCA

 In visita Giovedi' 3 Maggio nel Capo di Leuca

 

Clicca per ingrandireIl Gruppo d’Azione Locale del Capo di S. Maria di Leuca comunica che GIOVEDÌ 3 MAGGIO nell’ambito del Progetto “Attivazione di meccanismi a sostegno dei Territori e delle Comunità Rurali in Libano”, finanziato dal Ministero degli Affari Esteri italiano, una delegazione composta da tecnici provenienti dai dipartimenti del Ministero dell'Agricoltura del Libano, operanti nello sviluppo rurale, visiterà le aziende beneficiarie del Programma Comunitario LEADER del Capo di Leuca.

I tecnici mediorientali, accompagnati dai dirigenti dell’IAM-B Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari, incontreranno l’On. Antonio Lia, Presidente del GAL, il Dott. Giosuè Olla Atzeni, Direttore del GAL e lo staff operativo del GAL.
Dopo aver visitato la sede e conosciuto le iniziative e le attività realizzate dal GAL del Capo di S. Maria di Leuca nei oltre 15 anni di impegno a favore dello sviluppo rurale, gli imprenditori libanesi, durante la mattinata visiteranno l’Azienda Artigiana di Ceramica Artistica Branca di Tricase e le Associazioni di Tricase impegnate nella valorizzazione della pesca, successivamente raggiungeranno l’Azienda Agricola “Elio Agostinello” di Lucugnano e l’Azienda Agrituristica “Gli Ulivi” di Tricase. Al termine della giornata, gli ospiti mediorientali incontreranno i soci della Cooperativa “Mediterrae” di Specchia e visiteranno alcune abitazioni dell’Albergo Diffuso “Residenza In”.

Il Progetto “Attivazione di meccanismi a sostegno dei Territori e delle Comunità Rurali in Libano” è indirizzato a diversi settori: Agronomico - per il miglioramento delle produzioni agro alimentari. Territoriale - per lo sviluppo rurale. Pesca - per il miglioramento delle produzioni ittiche.
L’Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari (IAMB) è un centro di formazione postuniversitaria, ricerca scientifica applicata e progettazione di interventi in partenariato sul territorio nell’ambito dei programmi della cooperazione internazionale, opera in quattro aree tematiche: “Gestione del suolo e delle risorse idriche”, “Protezione integrata delle colture frutticole mediterranee”, “Agricoltura Biologica Mediterranea” e “Agricoltura sostenibile e Sviluppo rurale”. L’Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari, ed anche sede italiana del Centre International Heautes Etudes Agronomiques Méditerranéennes (CIHEAM), organismo intergovernativo con sede a Parigi, ha per obiettivi l’attività di formazione, ricerca e cooperazione allo sviluppo nel campo della gestione delle risorse suolo ed acqua, della protezione integrata delle colture mediterranee e dell’agricoltura biologica; e, in quanto tale, gode dei privilegi di extraterritorialità riconosciuti dalla Repubblica Italiana agli organismi internazionali. L'IAMB è stato, con quello di Montpellier, il primo ad essere fondato dal CIHEAM ed ha cominciato la sua attività con l’anno accademico 1961-62 nell’area tematica dell’irrigazione in agricoltura. La sua missione, nelle aree tematiche affidategli, prevede le finalità istituzionali del CIHEAM, avendo come riferimenti i programmi della cooperazione internazionale allo sviluppo e le esigenze specifiche delle diverse aree territoriali e delle economie nazionali dei Paesi mediterranei, in questa prospettiva l'IAMB svolge attività di formazione dei quadri superiori; di ricerca scientifica applicate di promozione di interventi in partenariato sul territorio.

 
Data: 02/05/2007; Notizia Letta: 1351 volte
Fonte Notizia: Maurizio Antonazzo

 

<<< torna indietro

www.specchia.it