Logo IWBank 235x60  

A LAURA PETRACCA IL PREMIO MERCURIO D’ORO

 Assegnato da Euro Art Expo

 

Clicca per ingrandireIl prossimo Sabato 25 novembre presso la Sala Congressi del Grand Hotel di Portovenere (La Spezia), nell’ambito del Gran Galà dell’Arte 2006, all’artista salentina Laura Petracca, sarà consegnato il Premio Mercurio d’Oro. Il riconoscimento è assegnato da Euro Art Expo, che ha selezionato Artisti che si sono distinti per la loro professionalità e per i prestigiosi riconoscimenti ottenuti. Laura Petracca riceverà il Premio Mercurio d’Oro, con un riconoscimento scritto dai critici internazionali di Euro Art Expo insieme ad un diploma d’onore e le sue opere saranno esposte dal 25 novembre 2006 al 14 gennaio 2007 nelle sale del Grand Hotel di Portovenere.

EuroArtExpo.it è on-line dal 1999 e rappresenta lo studio d'Arte Euro Art Expo che fenice della New Art Promotion fondata nel 1989 da Francesco Chetta (Direttore Artistico e Manager pluriarea per la casa editrice Il Quadrato), con lo scopo di promuovere artisti meritevoli a livello nazionale ed europeo organizzando Concorsi e Mostre.

Laura Petracca si è diplomata presso l’Accademia di Belle Arti di Lecce - Sezione Decorazione; ed è docente presso l’Istituto Istruzione Superiore Statale Polo Professionale di Tricase (Le), indirizzo "Tecnico”; i suoi soggetti preferiti sono i fiori, i paesaggi e le composizioni astratte ed utilizza preferibilmente tecniche: come l’acrilico, la tempera e la tecnica mista. Da oltre vent’anni partecipa a numerose collettive e personali in tutta Italia ed all’estero, durante le quali ha ricevuto premi e riconoscimenti: 1992, Collettiva a Tokyo; 1992, Esposizione Universale, Siviglia; 2001, Concorso Nazionale di pittura e grafica, Salsomaggiore Terme; 2004: VIII Edizione Premio Internazionale "San Valentino" Palazzo della Bella, Vico del Gargano, Foggia 2004: Assegnazione Premio Omaggio a "Salvador Dalì", dell’Accademia Internazionale dei Dioscuri, Palazzo Valentini, Roma2004: 2° Premio Nazionale d’Arte contemporanea, Nardò, Lecce 2005: Assegnazione del "Premio Nobel dell’Arte" Grande riconoscimento Artistico Europeo "Montecarlo" (Principato di Monaco) 2005: Premio "Alba" Ferrara. Una sua opera, dedicata alla “Madonna del Passo” di Specchia (cm. 90 x 130, acrilico, 2004) è stata inclusa nel Dizionario Enciclopedico Internazionale d'Arte Moderna e Contemporanea 2005/2006, che è possibile ammirare anche sul sito:www.albaeditrice.com.

Le recensioni critiche dedicate alla Petracca sono presenti sulle riviste mensili: Galleria Veneta, Galleria Toscana e Accademia Firenze; Le sue opere sono conservate in raccolte private e pubbliche e sono pubblicate sulle riviste mensili: nel Catalogo Internazionale d'Arte Moderna: MDS n. 4 e n. 6, nel Dizionario Enciclopedico d'Arte Contemporanea Artisti 1994; nell’Elite “Selezione Arte Italiana 1995”; nella Quotazione Ufficiali " Top Art”; nell’Art Book “Salento ’98”; in TOP Art” - Catalogo Nazionale dell'arte Contemporanea 1999; in Arte Italiana dal Novecento ad oggi - II° Edizione; su L' Elite 2004 Selezione Arte Italiana. Hanno scritto di lei: V. Abati, A. Penna, V. Utri, G. Afrune, R. Vergari, M. Antonazzo, M. Belgiovine, O. Russo e T. Cazzato.

Il Maestro Luigi De Giovanni così scrive dell’artista: “…Il suo percorso inizia all'Accademia di Belle Arti di Lecce, dove si specializza in Decorazione. Lo studio del Futurismo e di Fortunato Depero è un momento fondamentale della sua formazione artistica, è proprio a questo periodo che risalgono le opere caratterizzate da mondi fantastici di trasmissioni meccaniche, dove i colori vivaci vengono esaltati dalla dinamicità del segno. Probabilmente in lei è presente un temperamento futurista, infatti come gli artisti di quel bellissimo movimento il suo operare spazia dalla pittura alla decorazione, mantenendo sempre ottimi livelli. Le vetrate, i piatti, i vassoi vengono decorati con segno preciso, linee curve, spesso arzigogolate, armoniche e quasi calligrafiche, con qualche influsso orientale, concorrono ad operare di indubbia originalità, quasi una lieve reinterpretazione del barocco da lei respirato ed interiorizzato nella terra salentina. Il segno diventato traccia della sua crescita artistica, si evolve in una eleganza compositiva e le cromie concorrono ad esaltare le forme curvilinee e morbide in interpretazioni sensibili e personali…”

Per visionare le opere dell'artista www.laurapetracca.com

 
Data: 19/11/2006; Notizia Letta: 1642 volte
Fonte Notizia: Maurizio Antonazzo

 

<<< torna indietro

www.specchia.it