Logo IWBank 235x60  

NUOVO SITO DELLA PITTRICE LAURA PETRACCA

 Il sito dell'artista Salentina, nata a Specchia, e' online da qualche giorno ...

 

Clicca per ingrandireLa pittrice Specchiese Laura Petracca, più volte sollecitata ad apparire con un proprio sito Web su Internet, affinchè le sue opere possano essere ammirate e giudicate da una platea più vasta di pubblico, ha raccolto l'invito ed ha il piacere di comunicare che il sito è finalmente online ed è raggiungibile all'indirizzo www.laurapetracca.com.
Dice di lei il maestro Luigi De Giovanni:
"L 'arte per Laura è una ricerca istintiva, che da forma alla sua sensibilità e ai suoi sentimenti, un universo in movimento che scaturisce in opere coerenti e uniche. Il suo percorso inizia dall'Accademia di Belle Arti di Lecce dove si specializza in Decorazione. Lo studio del Futurismo e di Fortunato Depero è un momento fondamentale della sua formazione artistica, è proprio a questo periodo che risalgono le opere caratterizzate da mondi fantastici di trasmissioni meccaniche dove i colori vivaci vengono esaltati dalla dinamicità del segno. Probabilmente in lei è presente un temperamento futurista, infatti come gli artisti di quel bellissimo movimento il suo operare spazia dalla pittura alla decorazione, mantenendo sempre ottimi livelli.
Le vetrate, i piatti, i vassoi vengono decorati con segno preciso, linee curve, spesso arzigogolate, armoniche e quasi calligrafiche, con qualche influsso orientale, concorrono ad opere di indubbia originalità, quasi una lieve reinterpretazione del barocco da lei respirato ed interiorizzato nella terra salentina. Il segno, diventato traccia della sua crescita artistica si evolve in una eleganza compositiva e le cromie concorrono ad esaltare le forme curvilinee e morbide in interpretazioni sensibili e personali.
Il legame con il luogo, l' humus dell' ambiente in cui vive ed ha vissuto è presente nelle sue opere ma gli attorcigliamenti della vegetazione del salento, che si intuiscono come ricordo, sembrano sgrovigliarsi per donare sensazioni di serenità, quasi un contrasto col suo essere vulcanico.
Ben consapevole che la linea non sia l'unico strumento espressivo, esalta la sintesi compositiva con esplosione di luce.
Nelle opere dell' ultimo periodo l' istintiva stesura dei colori, ora più tenuti e dati in maniera gioiosa a piccoli tocchi, l' armonia e l' equilibrio delle tonalità, l' essenzialità compositiva, le pennellate più libere e accostate, il segno più morbido è reso in modo estremamente personale, scorci e climi di sogno, che ricordano i suo amore per Klimt, fanno di Laura un' artista versatile, matura e libera da condizionamenti."

 
Data: 13/01/2006; Notizia Letta: 1785 volte
Fonte Notizia: Pasquale Guerra

 

<<< torna indietro

www.specchia.it