Logo IWBank 235x60  

GLI INCANTATI PAESAGGI DI DE GIOVANNI

 Quadri dalle audaci policromie. Vernissage con la bella Marcuzzi

 

Clicca per ingrandireA Cardigliano, set de «Il giudice Mastrangelo», la personale dell'artista salentino

In quel di Specchia e precisamente nella suggestione di Borgo Cardigliano, rinato a nuova vita e a nuovo splendore, (pur conservando intatte le simbologie e gli elementi della vita contadina e della lavorazione del tabacco), questa sera alle ore 20 il pittore Luigi De Giovanni inaugura una sua personale cui ha voluto dare l'emblematico titolo di «Elios», quasi ad evidenziare quella solarità mediterranea che ci coinvolge tutti e che, da sempre, anima le sue opere.

Toti Carpentieri, che lo presenta in catalogo, fa partire il suo scritto da alcune considerazioni storiche sulla pittura di paesaggio, precisando però che «ben oltre leggibili ed aspre figurazioni che accomunano il paesaggio pugliese di Specchia e la geografia isolana dell'Ogliastra e di Seulo, e del crescendo cromatico di una natura aggrovigliata ed intricata, è nella suggestione delle presenze floreali che Luigi De Giovanni manifesta il suo essere pittore», in un rincorrersi di luminosità e di toni in crescendo, quasi che fossimo travolti da una composizione musicale.

Attraversando l'intera gamma cromatica, tra contrapposizioni e sintonie, tra accordi e discordanze. Ma anche aprendosi verso soluzioni segniche e gestuali di particolare interesse. E sicuramente sul luogo e sull'arte (non dimentichiamo che il pittore è nato proprio a Specchia) e sul ruolo della luce, si discuterà stasera in occasione dell'apertura della mostra (si chiude il prossimo 5 agosto), che nel suo programma accanto al coordinamento del giornalista Maurizio Antonazzo, elenca le presenze di Antonio Lia, sindaco di Specchia (la manifestazione nasce con il Patrocinio del comune salentino), dell'assessore alla Cultura Francesco Caccetta, dell'amministratore di Borgo Cardigliano, Massimo Rota, del critico d'arte Toti Carpentieri e del presidente dell'associazione «Raggio Verde» Pina Petracca, ma anche una sorta di chiusura musicale (da Mario Giuliani a Heitor Villa-Lobois, a Federico Garcia Lorca, a Giovanni Martini) ad opera del soprano Ju Hae-Min accompagnata da Patrizia Sambati alla chitarra classica. Non dimenticando, altresì, l'annunciata presenza nella splendida Sala degli Ulivi di Alessia Marcuzzi, attualmente ospite nel Salento insieme all'intera troupe de «Il Giudice Mastrangelo», la seguitissima fiction con Diego Abatantuono di cui si girano le nuove riprese.

Articolo correlato:
ELIOS: PERSONALE DI PITTURA DI LUIGI DE GIOVANNI

 
Data: 21/07/2006; Notizia Letta: 1155 volte
Fonte Notizia: Gazzetta del Mezzogiorno

 

<<< torna indietro

www.specchia.it