Logo IWBank 235x60  

RC AUTO

 Carlo Madaro sostiene il Codacons per una campagna volta all’abrogazione dell’ obbligatorietá

 

Clicca per ingrandireIl Presidente Provinciale di Italia dei Valori Carlo Madaro informa i cittadini che sosterrà attivamente la campagna del CODACONS volta all’abrogazione dell’obbligatorietà dell’assicurazione ribadendo il suo impegno nella lotta contro l’aumento indiscriminato delle tariffe Rc Auto tornato di recente alla ribalta di tutti i media.

Infatti, già dal settembre 2004 ha denunciato all’Antitrust un probabile cartello delle compagnie assicurative volto all’aumento- mantenimento di tariffe r.c.auto a livelli esorbitanti, susseguente all’indagine avviata dalla Procura di Lecce ed a cui è seguita quella di Milano, sulle distorsioni del mercato assicurativo e in particolare sulle manipolazioni dei dati all’interno di alcuni uffici sinistri.

Da indagini conoscitive eseguite dagli organi preposti è emerso che il trend di crescita degli utili delle compagnie d’assicurazione, grazie anche a meccanismi di finanza creativa, che aumentano i profitti agendo su processi virtuali di mercato e di borsa, cresce enormemente, con aumenti settoriali di profitti in tutti i rami, ma soprattutto nel settore della responsabilità civile auto. I consumatori, dall’altra parte della barricata, sono costretti a subire passivamente le imposizioni delle lobby assicurative, che continuano ad aumentare i loro profitti e non ce la fanno più a sostenere gli esorbitanti costi dei premi rc auto. Se in una famiglia media vi sono più di un veicolo ed un neopatentato sostenere il costo dell’assicurazione rc auto è diventato proibitivo.

Ricorda che attualmente, a Milano, un pool di magistrati si sta interessando ad una nuova inchiesta sul caro polizze rc auto, nata da un esposto denuncia presentato alla Procura di Lecce, con l’ipotesi di reato di associazione a delinquere finalizzata alla truffa ai danni dei consumatori. In attesa degli sviluppi dell’indagini delle Procure si è costituita la commissione tecnica degli esperti del ramo ed associazioni di settore, tra cui in prima fila gli esperti dello “Sportello dei diritti”, l’ANEIS (Associazione Nazionale Esperti d’Infortunistica Stradale), e l’UNARCA (Unione Nazionale Avvocati Responsabilità Civile Automobilistica) che ha predisposto una proposta di legge di Controriforma del mercato assicurativo.

La proposta di legge - che ha visto tra i suoi più attivi fautori l’on. Pino PISICCHIO, Presidente della Commissione Giustizia della Camera - interviene allo scopo di scongiurare il pericolo che si acuisca lo squilibrio delle posizioni obbligatorie tra Compagnie assicurative e assicurati-danneggiati e, che sarebbero gravemente lese dalla introduzione definitiva della Riforma così come presentata dal precedente esecutivo ed in fase di attuazione.

In attesa di segnali positivi sul fronte delle tariffe rc auto, Carlo Madaro sosterrà la campagna avviata dal Codacons per arrivare al referendum abrogativo dell'obbligatorietà dell'rc auto.
"E' assurdo infatti, che da una parte il cittadino abbia l'obbligo di assicurare la propria vettura, mentre dall'altra, quella delle assicurazioni, non vi sia alcun limite all'entità delle tariffe da imporre agli assicurati", tenuto anche conto che è in crescita esponenziale il fenomeno dell’utilizzo di contrassegni falsi o di automezzi non assicurati da parte di automobilisti esasperati dall’eccessiva onerosità dei premi RCA soprattutto in alcune aree del centro-sud.

 
Data: 28/06/2006; Notizia Letta: 1048 volte
Fonte Notizia: Carlo Madaro (Presidente Provinciale Italia dei Valori)

 

<<< torna indietro

www.specchia.it