Logo IWBank 235x60  

NON SI PUO' RIMANERE IN SILENZIO …

 Intervento di Carolina Giorno e Maria Bruno

 

Clicca per ingrandireCaro Assessore all’ambiente, caro Portavoce, cara Amministrazione,

Non si può rimanere in silenzio dopo il comunicato stampa che è apparso sul sito di Specchia.it, relativo ad un premio vinto dalla comunità di Specchia per l’impegno profuso nel differenziare i propri rifiuti. Non si può rimanere in silenzio, perché in tale comunicato osserviamo l’ennesima AUTOCELEBRAZIONE di questa amministrazione, che non perde tempo per appropriarsi del lavoro di altri per autocompiacersi, autocelebrarsi, solo per dimostrare di essere bravi. A ciò si aggiunge l’ipocrisia di sottolineare che tutto è stato fatto grazie al loro impegno e all’impegno di persone, elencate e ringraziate singolarmente, la cui azione, a noi e a molti altri, poco è nota. Inoltre si dice che ciò è stato fatto senza aver dovuto aumentare le tasse.

Per chiarire le idee, a tutti coloro che apriranno la pagine del comunicato del comune di Specchia, ricordiamo alcuni fatti, sia al portavoce che all’assessore all’ambiente, e lo facciamo ponendo loro delle domande:

- Siete riusciti a far partire la differenziata porta a porta solo dopo tre mesi dal vostro insediamento, lo avete fatto con la bacchetta magica? O lo avete potuto fare perché altri prima di voi si erano impegnati a far preparare e, principalmente, ad approvare un piano di impresa che prevedesse “il porta a porta”? Ricordiamo, ai cittadini di Specchia, che il piano d’impresa, in atto oggi nella raccolta che ha dato i suoi frutti, è stato approvato dal vecchio Consiglio Comunale e dalla vecchia Giunta Comunale - Giugno 2008 - reso subito eseguibile e poi ratificato con la società Petra nel maggio 2009, dopo 1 anno di ritardo dovuto a questioni tecniche ed organizzative e non politiche.

- Sottolineate che avete raggiunto questo risultato senza aver aumentato le tasse…. Quanta ipocrisia in questa frase… quanta falsità, quale mancanza di rispetto per i cittadini e quale mancanza di trasparenza nella vostra informazione! Ci viene da chiedervi di quali tasse parliate, di quelle tasse o di quegli aumenti della tassa per la raccolta dei rifiuti che altri, con senso di responsabilità e da amministratori corretti, avevano apportato per dare una copertura finanziaria al piano aziendale che avevano approvato? Perché siete così ipocriti e meschini? Avete speculato su questi aumenti, durante e dopo la campagna elettorale, indicando i responsabili e oggi volete far passare come vostra bravura il fatto di aver fatto partire la differenziata senza aumentare le tasse, ma vi dimenticate di dire che le risorse per il piano aziendale erano già in cassa ed erano costituiti proprio da i fondi provenienti da quelle tasse.

Precisando che il piano aziendale non è stato fatto certamente da voi, alla favola che raccontate aggiungiamo un altro tassello dove risulta, con chiarezza, che la copertura finanziaria, ossia l’aumento delle tasse, è stata fatta dai vecchi amministratori per coprire le spese dell’attuale piano aziendale che ha portato al vostro successo: diciamo vostro con ironia e un senso di fastidio.

- Per quanto ne sappiamo l’AD della Petra è ancora l’ing. Scupola, nominato dalla vecchia Amministrazione per le sue qualità di tecnico ma soprattutto per l’amore e il rispetto per il verde che lo accompagna da anni e anni. Anche in questa scelta non vi è nulla di vostro che, se lo avete lasciato in carica, lo avete considerato valido e di questo non possiamo che esserne contenti. Come mai non avete valorizzato la sua azione in questo successo, mentre avete esaltato altre figure?

- E’ vergognoso aver dedicato solo tre parole e non aver ringraziato e portato come esempio i tanti volontari di un’associazione, nata per salvaguardare il verde e sensibilizzare l’opinione pubblica, che fa sicuramente molto più di voi amministratori e che ha dato una mano considerevole a spingere l’avvio del porta a porta. I componenti di detta associazione, sacrificandosi tolgono tempo alle loro attività e alle loro famiglie. Anche qui siete ipocriti e scarsamente riconoscenti, verso queste persone che continuano, nonostante i vostri atteggiamenti, a curare e pulire aree del paese che altrimenti oggi risulterebbero abbandonate.

Non aggiungiamo altro. Salutiamo tutti i bravi cittadini di Specchia, veri e unici vincitori del premio, “RICICLIADI”dell’ATO LECCE 3, per la loro intelligenza e il loro impegno. Speriamo che l’assessore chiarisca ai cittadini modificando la favoletta e dicendo la verità.

RIASSUMIAMO i punti fondamentali:

il piano lo hanno fatto altri,
i fondi, le tasse, le hanno messe gli altri,
l’associazione eco spo ha dato una enorme mano a far informazione porta a porta e nel consegnare i bidoni,
i cittadini si sono impegnati,
la Petra pur nelle difficoltà ha lavorato bene…

... MA VOI COSA AVETE FATTO?

Carolina Giorno , Maria Bruno – gruppo “Amo specchia”

 
Data: 20/09/2010; Notizia Letta: 2858 volte
Fonte Notizia: Carolina Giorno, Maria Bruno – Gruppo Amo Specchia

 

<<< torna indietro

www.specchia.it