Logo IWBank 235x60  

RAFFAELE ZEZZA NOMINATO DALLA S.S. LAZIO OSSERVATORE UFFICIALE DEL SETTORE GIOVANILE

 Prestigioso incarico per il dirigente sportivo salentino

 

Clicca per ingrandireSi comunica che Raffaele Zezza, dipendente del Comune di Miggiano, è stato incaricato dalla società SS. LAZIO, nella persona del Direttore Sportivo del Settore Giovanile Sig. Giulio Coletta, quale Osservatore Ufficiale per il Settore Giovanile.

Il prestigioso incarico è frutto della lunga esperienza professionale calcistica che può annoverare Zezza, con un curriculum professionale calcistico, di tutto rispetto, essendo stato Direttore sportivo per il settore giovanile del Tricase Calcio, partecipante alla Serie C/2, ed anche Direttore sportivo per l’U.S. Miggiano, contribuendo con la squadra maggiore a raggiungere la I° categoria vincendo con una serie di successi le due categorie precedenti e permettendo al settore giovanile dell'U.S. Miggiano di essere riconosciuto come un valido vivaio calcistico da diverse società professionistiche di Serie A.

Raffaele Zezza per molti anni a Miggiano ha organizzato il SALENT CUP, un torneo di calcio riservato alla “categoria esordienti”, al quale partecipavano società professionistiche come: Milan – Lazio – Roma – Lecce – Pescara – Cisco Roma – Chievo Verona oltre a diverse società dilettanti di varie regioni italiane.

Per i piccoli calciatori salentini si prospettano interessanti opportunità, in quanto, Raffaele Zezza, inoltre, è stato incaricato di valutare l’eventuale collaborazione tra la S.S.Lazio e una società della provincia di Lecce, oppure, eventualmente, di fondare un apposito sodalizio calcistico, previa approvazione del Sig. Giulio Coletta, disponibile a raggiungere il Salento per le opportune decisioni personali.

Raffaele Zezza in merito ha dichiarato: “E’ motivo di grossa soddisfazione arrivare ad avere un incarico così prestigioso per società professionistiche come la LAZIO, questo vuol dire che il lavoro svolto negli anni passati è stato molto proficuo e ha dato i suoi frutti, confermando quando si dice “Il lavoro paga. Sempre e comunque.” Con questo traguardo, vorrei ringraziare gli amici che hanno collaborato con me e non voglio fare nomi perché sono tantissimi,ma, soprattutto, che hanno creduto in me, ringraziando anche chi mi ha guardato con un po’ di invidia, perché ciò mi ha fatto capire moltissimo, maturandomi ulteriormente.”

 
Data: 09/09/2010; Notizia Letta: 3711 volte
Fonte Notizia: StudioAntonazzo

 

<<< torna indietro

www.specchia.it